rotate-mobile
Mercoledì, 1 Febbraio 2023
L'inchiesta

Tangenti alla Regione in cambio di autorizzazioni ambientali? Riesame annulla misura per Vella

Il tribunale della libertà boccia il provvedimento del gip che vietava all'imprenditore del settore dei rifiuti di esercitare l'attività per un anno. Nei giorni scorsi era stata adottata la stessa decisione per il funzionario Marcello Asciutto

Il tribunale del Riesame ha annullato l'ordinanza cautelare con cui l'imprenditore Sergio Vella era stato interdetto per un anno dall'esercizio dell'attività nell'ambito di un'inchiesta per corruzione in cui è indagato pure il funzionario del Dipartimento regionale all'Energia, Marcello Asciutto.

I giudici, ai quali si sono rivolti i difensori di Vella - gli avvocati Nicola Grillo, Pasquale Contorno e Giuseppe Grillo - già nei giorni scorsi avevano annullato pure l'ordinanza del gip di Palermo, Ermelinda Marfia, nella parte in cui sottoponeva all'obbligo di dimora a Monreale il funzionario della Regione.

Indagati funzionario regionale e imprenditore

Secondo il procuratore aggiunto Sergio Demontis e i pm Claudia Ferrari e Gianluca De Leo, che coordinano le indagini della Guardia di finanza, Asciutto avrebbe agevolato l'imprenditore agrigentino, titolare di due aziende che si occupano di trattamento e smaltimento di rifiuti non pericolosi, Seap srl e Seap Depurazione Acque srl, per avere delle autorizzazioni ambientali. In cambio avrebbe ricevuto oltre un milione, attraverso la schermatura di un finanziamento alle aziende del figlio, la Palantir spa e la Palantir Corporation spa, tra giugno 2018 e novembre 2020.

Tangenti all'assessorato? Vella si difende dal gip

"E' stata data un'interpretazione errata ai fatti - si era difeso Vella -, non c'è stata alcuna corruttela perchè questi comportamenti non mi appartengono e non fanno parte della mia cultura".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tangenti alla Regione in cambio di autorizzazioni ambientali? Riesame annulla misura per Vella

AgrigentoNotizie è in caricamento