menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sea Watch3, il portavoce: "Non sappiamo per quanto ancora possiamo continuare"

L'intervento di Giorgia Linardi mentre la nave si trova ormai da dieci giorni a circa 15 miglia da Lampedusa con 42 persone soccorse in acque libiche e senza avere l'autorizzazione ad entrare in porto

"E' sempre più difficile mantenere la situazione sostenibile a bordo, non sappiano per quanto ancora possiamo continuare". Lo dice Giorgia Linardi, portavoce di Sea Watch, mentre la nave si trova ormai da dieci giorni a circa 15 miglia da Lampedusa con 42 persone soccorse in acque libiche e senza avere l'autorizzazione ad entrare in porto.

Sea Watch, evacuato un altro migrante per problemi di salute

Linardi parla di un "dilemma" per la comandante della nave, Carola Rackete: "Esercitare il proprio dritto ad entrare in porto per via della situazione di emergenza a bordo o rispettare l'interdizione" disposta dalle autorità italiane?. Nel primo caso scatterebbe il decreto sicurezza bis, con la possibilità di sequestro della nave ed una multa fino a 50mila euro per la stessa comandante e la ong. Cioè, spiega la portavoce, "un altissimo rischio di criminalizzazione".

Nel secondo caso, però, le condizioni a bordo sono sempre più difficili, senza la prospettiva di una soluzione a breve termine. "E' disumano - sottolinea Linardi - che il comandante di una nave venga costretto a fare queste considerazioni per una legge ingiusta".
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccinazione Covid, parte il servizio di prenotazione con Postamat

Attualità

Rifacimento della via Archeologica, consegnati i lavori

Attualità

Solidarietà, via al progetto: "In Strada con i senza... niente"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento