Nuovo tentativo di "sacco" alla Scala dei Turchi? MareAmico denuncia

Il responsabile dell'associazione ambientalista: "C'è chi sta pure costruendo delle palificazioni e delle piattaforme in cemento armato come anche dei gradoni lungo la collina"

Qualcuno parla già di un rinnovato tentativo di "sacco" della Scala dei Turchi. Stavolta però sembra proprio che tutto debba andare in maniera differente. Sia perché c'è una Procura attenta anche alle questioni paesaggistiche e ambientali, sia perché le segnalazioni di eventuali irregolarità o illiceità fioccano.

Prime fra tutte quelle dell'associazione ambientalista MareAmico di Claudio Lombardo che ha segnalato - agli organi competenti - che "stanno per essere realizzati una miriade di chioschi, nessuno dei quali rispetta la distanza minima imposta dalla Soprintendenza di Agrigento. Distanza di 100 metri l'uno dall'altro. C'è chi sta pure costruendo delle palificazioni e delle piattaforme in cemento armato come anche dei gradoni lungo la collina, - scrive il responsabile dell'associazione ambientalista di Agrigento - in una zona di immodificabilità assoluta, con vincolo paesaggistico, ad un tiro di schioppo dalla famosa falesia bianca".

gradoni collina-2

Già lo scorso mese di maggio, Mareamico aveva segnalato tante situazioni critiche nelle autorizzazioni rilasciate. La Procura di Agrigento, con il decreto di sequestro preventivo di ieri, ha mandato un messaggio chiaro. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Statale 189, l'auto finisce fuori strada e si ribalta: muore un ventiquattrenne

  • Perde il controllo dell'auto mentre torna a casa: muore 23enne dopo un incidente

  • Si taglia una gamba e muore dissanguato: tragedia a Palma di Montechiaro

  • Tragedia a San Leone: muore un turista svizzero di 35 anni

  • Incidente alla rotatoria Giunone: è morto un trentacinquenne

  • L'incidente che ha ucciso Angelo, Racalmuto è sotto choc: annullati tutti gli eventi del week end

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento