menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'empedoclino Stefano Sacco

L'empedoclino Stefano Sacco

Blitz “Up and down”, annullata ordinanza: torna libero l'empedoclino

I giudici hanno accolto l’istanza degli avvocati Salvatore Collura e Tanja Castronovo ed hanno scarcerato il cinquantaduenne che è accusato di essere un componente della presunta organizzazione

I giudici del tribunale del Riesame di Palermo hanno annullato una ordinanza e rimesso in libertà Stefano Sacco, 52 anni, di Porto Empedocle. L'uomo era rimasto coinvolto nell'operazione “Up and down” che ha sgominato, la vigilia di Natale, un presunto traffico di cocaina e hashish sull’asse Belgio-Agrigento passando per Favara.

LEGGI ANCHE: "Traffico di droga", ecco l'inchiesta "Up and down"

I giudici hanno accolto l’istanza degli avvocati Salvatore Collura e Tanja Castronovo ed hanno scarcerato l'empedoclino che è accusato di essere un componente della presunta organizzazione. Sette le ordinanze di custodia cautelare firmate dal gip di Palermo, Wilma Mazzara, su richiesta del pm della Dda Claudio Camilleri. Cinque persone sono finite in carcere e due ai domiciliari. Le accuse sono di associazione a delinquere finalizzata al traffico di stupefacenti e spaccio di sostanze stupefacenti. La competenza della Procura antimafia scaturisce proprio dalla contestazione di associazione.

LEGGI ANCHE: Rania: "Non conosco nessuno degli indagati" 

Ordinanza di arresti ai domiciliari anche per Rania El Moussaid, 31 anni di Casablanca, residente ad Agrigento. Quest’ultima si trovava in Francia e ha contattato i carabinieri attraverso il proprio difensore Salvatore Pennica per comunicare la propria intenzione di costituirsi. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre lo "Sportello di ascolto solidale": aiuterà anche le famiglie

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento