Cronaca Racalmuto

Pensionato scomparso da giorni, al centro di coordinamento delle ricerche arriva anche il prefetto

I carabinieri, i vigili del fuoco, la Protezione civile e le associazioni - da 5 giorni ormai - non hanno tregua. Hanno scandagliato quasi 400 ettari di territorio, ma del 62enne non è saltata fuori nessuna traccia

A Racalmuto è arrivato anche in neo prefetto di Agrigento Dario Caputo. Stamani, il prefetto è stato al centro di coordinamento del piano provinciale di ricerche persone scomparse: alla fondazione "Leonardo Sciascia". Il prefetto si è informato su come procedono le ricerche di Giuseppe Alaimo, il pensionato sessantaduenne, volatilizzatosi nel nulla ormai da diversi giorni.

Quello di oggi è il quinto giorno consecutivo del piano di ricerche, concordato fra carabinieri e Prefettura. Il territorio - 400 ettari - selezionato come "da bonificare" è, praticamente, ormai finito. Caputo si è, dunque, documentato anche su come la Prefettura possa continuare a contribuire per cercare di ritrovare il racalmutese.

ricerche alaimo-2  

I carabinieri, i vigili del fuoco, la Protezione civile e le associazioni - da 5 giorni ormai - non hanno tregua. Hanno scandagliato e continueranno a farlo il centro urbano e storico di Racalmuto, le periferie e le campagne. Tutti i luoghi dove, di fatto, il pensionato avrebbe potuto trovarsi. Di Peppe Alaimo però non c'è traccia. Il mistero inevitabilmente si infittisce. 

Sabato sera si è tornato a sperare. Ma l’illusione d’aver ritrovato il pensionato sessantaduenne è durata soltanto una manciata di minuti. Sabato sera, all’improvviso, è arrivata una segnalazione. A farla non un’automobilista qualsiasi, ma un carabiniere. Un comandante di stazione dell’hinterland Agrigentino che, lungo la statale 189, all’altezza di Aragona, si è insospettito per aver visto un uomo che, con uno zaino sulle spalle e il berretto di lana in testa (Peppe Alaimo è solito portarlo), camminava lungo il ciglio della strada. Il militare, consapevole del fatto che a Racalmuto sono in corso le ricerche dello scomparso sessantaduenne, non soltanto ha fatto scattare l’allarme, ma è tornato indietro per sincerarsi di chi, a quell’ora della sera, camminasse lungo lo scorrimento veloce. Nessuno ha però trovato quell’uomo. Neanche lo stesso carabiniere che lo aveva visto una manciata di minuti prima.

Non c’è, naturalmente, alcuna certezza che quella persona potesse essere Peppe Alaimo. Ma certamente quella presenza lungo la statale Agrigento-Palermo, poi volatilizzatasi, ha avuto del misterioso.

Il sindaco di Racalmuto, Emilio Messana, oltre a ringraziare il prefetto Caruso per l'aiuto della Prefettura, facendo gli onori di casa ha fatto visitare la fondazione "Leonardo Sciascia", il teatro Regina Margherita e la statua dello scrittore posta sul marciapiede di corso Garibaldi. 

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pensionato scomparso da giorni, al centro di coordinamento delle ricerche arriva anche il prefetto

AgrigentoNotizie è in caricamento