rotate-mobile
Lunedì, 20 Maggio 2024
Cronaca

Viabilità precaria in provincia: il Cartello Sociale ricevuto in prefettura

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

Su richiesta del Cartello Sociale si è svolto l’incontro con la Prefettura; a ricevere Don Mario Sorce, Alfonso Buscemi, Paolo Ottaviano e Gero Acquisto il Vice Prefetto Vicario Dott. Signorelli e il Dott. Sardo al quale sono stati esposti i problemi che attanagliano la provincia nel merito della viabilità che gravi problemi stanno creando. L’emergenza viabilità parte dalla  SS115 e SS115 ter. Le alternative al blocco dei lavori o alla paralisi della viabilità ci sono secondo il Cartello Sociale! Basterebbe da parte della classe “ dirigente e politica” un poco di interesse, lungimiranza, buona volontà e pochi soldi. Porto Empedocle ha nel proprio territorio tante strade che potrebbero essere utilizzate per smistare il traffico diversamente dall’attuale condizione che ad imbuto porta tutto dal tratto piano lanterna alla contrada bellavista. C’è la c.d. “ eterna incompiuta” che di fatto porterebbe il traffico lontano dal solito tratto ad imbuto sopra citato smistando tutto il traffico dei lidi verso Agrigento e/o Realmonte. C’è la S. P. “Fauma” che dal Quadrivio Spinasanta porta all’altezza di Realmonte. In relazione alle recenti disposizioni che interessano le manutenzioni in corso  nel tratto della ss 115  che attraversa Porto Empedocle con tratti   regolamentati da semafori per via dello restringimento della corsia (viadotto Re) , in  previsione dell’inizio del cantiere della pista ciclabile e pedonale nel tratto ss115 ter e nell’attesa della manutenzione del viadotto Spinola rimandata al 2026 il Cartello Sociale si pone una serie di quesiti che possono avere pesanti conseguenze dal punto di vista delle ricadute sociali e della eventuale perdita di risorse finanziarie, che possono essere chiariti solamente dagli Enti preposti. Libero Consorzio di Agrigento, Anas, Protezione Civile e Sindaci dei territori interessati. Le principali perplessità che insorgono sono:

La sospensione dei lavori da giugno a settembre può rappresentare un rischio occupazionale per i lavoratori? Potranno accedere agli ammortizzatori sociali? La posticipazione dei lavori che sicuramente rappresenta un costo in più per le imprese potrebbe compromettere la prosecuzione dei lavori? I lavori rimandati potrebbero costituire pericolo dal punto di vista della sicurezza? Lo slittamento dei lavori si potrebbe tradurre in perdita di risorse con investimenti dirottati altrove?

Queste sono alcune delle domande che il Cartello Sociale si pone preoccupato dal ritorno della crisi edile con la fine del bonus 110 che doveva coincidere con l’inizio dei lavori derivanti dai progetti finanziati da Pnrr, ad oggi  poco utilizzati nella nostra provincia, per cui si sollecitano urgentemente risposte sicure e convincenti, trovando in ogni caso alternative condivise  per migliorare la viabilità della nostra provincia dove le strade crollano a pezzi, le buche non si contano più e una mancata manutenzione senza una giusta programmazione, rischia di far spendere molto di più per affrontare, a valle, interventi di emergenza. In vista dell’arrivo oramai prossimo della stagione del turismo.

Questo contesto impone di cercare delle soluzioni sulla viabilità di Porto Empedocle, fulcro strategico del traffico, poiché questo importante hub collega le province di Agrigento, Caltanissetta, Trapani e l’imbocco della Fondovalle per Palermo.

Per  una soluzione rapida e immediata, le soluzioni ci potrebbero essere e andrebbero affrontate con due diverse modalità e fasi :

Interventi di natura emergenziale con la manutenzione di strade secondarie dissestate che potrebbero ritornare ad essere funzionali anche per periodi temporali, magari con l’utilizzo di qualche tonnellata  di rosticcio di cava e non solo con il ripristino di un regolare flusso veicolare, si creerebbe il  deterrente per scoraggiare gli incivili che vanno a riversare in queste strade poco utilizzate materiale pericoloso e inquinante.

 Interventi di natura progettuale emergenziale per attingere alle risorse del pnrr per una provincia come la nostra in cui si registra un altissima percentuale di infortuni in itinere spesso mortali.

Di seguito alcune delle tante idee che potrebbero dare una svolta alla viabilità che ha come priorità la riduzione del traffico veicolare lungo il tratto di strada da Porto Empedocle a Realmonte. 

Strade alternative a Porto Empedocle rocedendo da ovest verso est:

Bivio c.da Fauma-Caruana collega con Agrigento, Raffadali – Cattolica tramite SP e con Strada comunale si arriva a Porto Empedocle nei pressi di Marinella

Strada vicinale CICERO collega da c.da Fontanazza a c.da Pero e via  Madonie e da qui con la S.S. 115 TER

Via Sant'Onofrio (accesso di fronte ex BAR LA SOSTA) collega tramite c.da Pero sia con S.S. 115 che con S.S. 115.

Via dell'albicocca collega con S.S. 115 passando dalla via Sant'Onofrio ed S.S. 115 TER passando dalla via delle Madonie circa 100 metri non asfaltata

Via delle Madonie con S.S. 115 tramite apertura cancello distributore carburanti NUARA

Via delle madonie collegamento con ciuccafa e quindi S.S. 115 ed S.S. 115 TER (strada privata "la pineta Village")

ex regia trazzera collega via delle madonie con S.S. 115 TER con accesso anche da c.da Ciuccafa strada in abbandono priva di asfalto

Strada Ponte di ferro (S.S. 115 TER) che collega con. c.da San Calogero con immissione diretta presso la S.S. 115

Via dello Sport collegamento con piano della Luna e da qui con Agrigento (parte di strada priva di asfalto)

Da Accesso italcementi collegamento con piano della Luna e c.da salumi e da qui con Agrigento, Raffadali, Siculiana .... Trapani (Strada asfaltata)

San Calogero Napolitano collega con strada interna Italcementi di cui sopra oltre alla via dello sport

Da piano Gatta chi proviene da Agrigento e deve proseguire per direzione Trapani può proseguire dalla S.P. 24 Agrigento – Cattolica Eraclea ed uscire dopo Realmonte

Da c.da Cumbo – Villaggio Pirandello immissione diretta dalla SS 115 dir. Porto di Porto Empedocle

Inoltre si sono chieste notizie dei cantieri aperti da tempo che in alcuni casi sembrano fermi. Viadotto nel bivio di Sutera-Casteltermini, gallerie di Ribera e Sciacca.

Il vicario Signorelli ha preso atto della puntuale rappresentazione fatta dal Cartello Sociale e si è impegnato a trasferire le risultanze dell’incontro a Sua Eccellenza il Prefetto comunicando che la Prefettura ha già incontrato gli Enti e le Amministrazioni interessate per chiedere spiegazioni e interventi che diano respiro alla problematica evidenziata.

Per il cartello Sociale Don Mario Sorce, Alfonso Buscemi, Paolo Ottaviano, Gero Acquisto.                              

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Viabilità precaria in provincia: il Cartello Sociale ricevuto in prefettura

AgrigentoNotizie è in caricamento