menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
FOTO ARCHIVIO

FOTO ARCHIVIO

"Tentò di uccidere cognato investendolo con l'auto", via alla superperizia

I giudici vogliono vederci chiaro e hanno dato l'incarico ad un ingegnere e a un medico legale

Una perizia collegiale, affidata al fisico Luigi Simonetto e al medico legale Giuseppe Ragazzi, per fare luce sull'episodio. L'incarico al primo era già stato conferito. Adesso è toccato a Ragazzi che, entro 60 giorni, completerà la sua relazione.

Il collegio di giudici presieduto da Alfonso Pinto vuole vederci chiaro e ha ordinato ulteriori accertamenti tecnici sulla dinamica dello scontro e sulle lesioni riportate dalla vittima. Il processo è quello a carico del trentenne Calogero Donato, accusato di avere tentato di uccidere il cognato Rejes Bellanca, investendolo con la sua auto. L'episodio è accaduto il primo aprile del 2016 in via dello Sport, a Porto Empedocle. Donato, difeso dall'avvocato Serena Gramaglia, in una delle ultime udienze è stato interrogato in aula e ha dato la sua versione dei fatti.

"Mi ha puntato il coltello e ho chiuso il finestrino, ho messo la prima e si è buttato contro la macchina. Mi sono fermato per vedere cosa si fosse fatto ed è fuggito, è andato via saltando una ringhiera alta un metro e mezzo". Il trentenne, per la prima volta, dopo quattro anni, ha fornito la sua versione dei fatti. Non soltanto ha negato di avere tentato di uccidere il cognato Rejes Bellanca, investendolo con la sua auto, ma ha ribaltato la dinamica dei fatti e detto che sarebbe stato lui, a sua volta imputato di minaccia per averlo intimidito dopo l'investimento, a buttarsi contro la vettura. "Nei mesi che hanno preceduto l'episodio - aveva detto rispondendo al pm Gianluca Caputo, al suo stesso difensore e all'avvocato Alba Raguccia che assiste Bellanca - mi aveva preso di mira. Mi imbrattava l'auto con caffè, cornetti e altra sporcizia, passava da casa mia e mi distruggeva le piante oppure mi staccava il contatore". 

Adesso la doppia perizia che servirà a fare luce sull'episodio. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccinazione Covid, parte il servizio di prenotazione con Postamat

Attualità

Rifacimento della via Archeologica, consegnati i lavori

Attualità

Solidarietà, via al progetto: "In Strada con i senza... niente"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento