rotate-mobile
Mercoledì, 7 Dicembre 2022
Cronaca

Beni comunali invenduti da anni, è tempo di "saldi" di fine stagione

Il Municipio ha ridotto del 20% il costo di tutti i ruderi e le proprietà in centro storico, rivisti i prezzi anche dei grandi immobili

Beni comunali in vendita con lo sconto. O quasi. Dopo l’indirizzo dato nei giorni scorsi al settore Patrimonio, la Giunta ha infatti approvato una proposta di piano delle alienazioni dei beni comunali non strumentali che prevede per la prima volta una leggera riduzione dei costi previsti per gli stessi, con un incasso previsto comunque superiore agli 8 milioni di euro, dei quali 6 milioni solo per quattro grandi immobili.

Beni immobili invenduti, il Comune chiede il rilascio dell'ex caserma dei vigili del fuoco

Sono queste, da anni, strutture praticamente invendibili sia per dimensione che per costo: si parla dell’ex caserma dei vigili del fuoco, del Boccone del povero in via Orfane, del terreno su cui sorge la caserma dei carabinieri di Villaseta e, in più, di alcuni singoli beni come un magazzino e un appartamento in via Garibaldi, un magazzino in via Vullo e uno scheletro al Villaggio Mosè. Tutti beni – ad eccezione della Caserma dei vigili del fuoco – che sono stati rivisti al 10% del valore massimo, mentre la struttura del viale è stata considerata nel suo valore minimo per le “condizioni del fabbricato, che necessita di lavori di manutenzione”.

Riduzioni molto significative, invece, hanno riguardato decine di piccoli immobili e ruderi presenti nel centro storico e di proprietà comunale, che da alcuni anni rimangono, anche questi invenduti. Così l’ufficio ha ritenuto di ridurre le somme richieste, stante che i beni sono “stati oggetto di una procedura di vendita ad evidenza pubblica nel corrente anno e per questi non è pervenuta alcuna offerta”. E’ quindi possibile, scrive il funzionario, “valutare una riduzione del valore sino ad un massimo del 20%.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Beni comunali invenduti da anni, è tempo di "saldi" di fine stagione

AgrigentoNotizie è in caricamento