Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca Via Luigi Pirandello

Pannello con il volto di Pirandello, sovrintendente: "Non si riqualifica così"

Gabriella Costantino: "Il centro storico ha la sua fisionomia, la sua identità, un assetto viario arabo. Riqualificare significa bonificare le pareti, togliere i fili esterni, le bonze d’acqua, non collocare dei pannelli che ne cambierebbero la fisionomia"

“Non è arrivato nessun progetto per la collocazione di questo pannello maiolicato. Non so se la collocazione ricada o meno in un’area vincolata, i vincoli sono vicino al monumento chiesa e sul muro dell’ex convento. Occorre comunque riflettere sul nostro centro storico. Non possiamo stare al gusto del singolo". Lo ha detto la sovrintendente Gabriella Costantino.

Prado pronto a donare il pannello ad altri Comuni

"Il centro storico ha la sua fisionomia, la sua identità, un assetto viario arabo. Riqualificare significa bonificare le pareti, togliere i fili esterni, le bonze d’acqua, non collocare dei pannelli che ne cambierebbero la fisionomia. Non è normale, non in zone vincolate. Queste sperimentazioni possono essere fatto nei quartieri periferici, magari degradati, in modo da lasciare il gusto di quest’epoca. Non si può riempire – ha cercato di essere chiara la sovrintendente – un museo di arte contemporanea. Ecco, nel centro storico non possiamo mettere di tutto, diventerebbe un bazar. Riqualificare è togliere, non aggiungere. Solo così si riesce a tutelare veramente i beni culturali”.

“E’ un atto di generosità, al momento, bloccato – ha commentato il sindaco di Agrigento: Lillo Firetto - . Potrebbe essere collocato al di fuori delle aree sottoposte a vincolo, abbellirebbe ad esempio una piazza periferica. Ho chiesto questo al direttore dell’accademia Belle Arti”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pannello con il volto di Pirandello, sovrintendente: "Non si riqualifica così"

AgrigentoNotizie è in caricamento