Troppi ritardi, Prado pronto a donare ad altri comuni tabella ceramica

Il grande pannello dedicato a Pirandello doveva essere collocato in centro città, ma il direttore dell'Accademia di belle arti annuncia che sarà donato a chi ne farà richiesta

La sua collocazione originaria era via Pirandello, a poche decine di metri dalla casa del drammaturgo e lungo il muro che costeggia l'area del Liceo "Empedocle", ma oggi è l'ente che ne ha disposto la realizzazione ad avanzare l'ipotesi di una destinazione verso altri lidi.

Tutto avviene sui social. Il direttore dell'accademia di belle arti Alfredo Prado ha infatti pubblicato stamattina un post dal contenuto inequivocabile."Questo pannello in piastrelle maiolicate (m 4 X m 1,20), realizzato dall’Accademia di Belle Arti per la città di Agrigento, in considerazione delle difficoltà autorizzative, sarà donato ad altro Comune".

Ma cosa è successo? A monte di tutto potrebbe esserci la dura interlocuzione con la Soprintendenza ai Beni culturali, che aveva già espresso la propria contrarietà a questa installazione così come ad altre che con il "protagonismo civico" avevano interessato altre aree del centro storico. In particolare l'ente di tutela aveva sostenuto, in una lettera, che fosse necessario per il cuore antico della città la predisposizione di “processi progettuali unitari che affrontino nella loro globalità problematiche e criticità per una coerente riqualificazione dei luoghi del centro storico, a partire dalla via Pirandello”.

Che sia questa o no la causa del passo indietro di Prado non lo sappiamo, ma di certo sui social si sono moltiplicate le voci di coloro che, oltre ad inveire contro Agrigento, si dicono pronti a trovare una nuova collocazione all'opera.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sulla statale 115: scontro fra auto e furgone, morta una 59enne di Licata

  • Coronavirus, nuovo boom di contagi in provincia: ad Aragona muore ex sindaco, una vittima pure a S. Giovanni Gemini

  • Il nuovo Dpcm 3 dicembre, cosa si può fare e non fare: tutte le regole di Natale 2020 (e i metodi per "aggirarle")

  • Covid-19, il virus torna a tenere sotto scacco Canicattì: un morto e 35 nuovi positivi

  • Coronavirus, crescono i casi a Canicattì (+11), Ravanusa (+9), Campobello (+3), Racalmuto e Licata (+1): c'è anche un morto

  • Scoperto stabilimento dolciario abusivo, sequestrati generi alimentari scaduti e mal conservati: un arresto

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento