rotate-mobile
Lunedì, 23 Maggio 2022
Cronaca

Contagi Covid-19, i sindaci corrono ai ripari: sospese le iniziative natalizie

L'ultimo a prendere la decisione è stato il primo cittadino di Palma: nei giorni scorsi anche Favara e altri centri avevano preso decisioni per arginare la diffusione del virus

Continuano a salire i contagi da Covid-19 in tutta la provincia e i sindaci iniziano a "spegnere" quanto rimasto delle iniziative natalizie.

Nei giorni scorsi a decidere in tal senso era stato il primo cittadino di Favara, Antonio Palumbo, oggi sono arrivate le decisioni del primo cittadino di Licata, Pino Galanti ("Ci dispiace soprattutto per i bambini - dice in una nota - . E’, però, una scelta obbligata, necessaria per tutelare la salute dei miei concittadini") e di Palma di Montechiaro, dove i nuovi positivi rispetto a ieri sono stati 40 con il sindaco che ha deciso anche di emettere un'ordinanza ad hoc.

"La situazione è allarmante - dice Castellino - 92 casi in appena 4 giorni. Pertanto, sono stato costretto a correre ai ripari". Per questo si vietano feste nei luoghi al chiuso e all’aperto e vigerà anche un divieto assoluto di assembramenti di qualsiasi natura ed in ogni luogo. L'ordinanza vieta inoltre che si balli durante i matrimoni o anche in bar o ristoranti, ma impone anche uno stopo a sagre e fiere e una chiusura contingentata dei supermercati, che resteranno aperti dalle 5 alle 15 la domenica e nei festivi.  

Sono inoltre sospesi i servizi di apertura al pubblico di musei, monumenti e degli altri istituti e luoghi della cultura, e sono interdetti al pubblico gli uffici comunali, dove il personale sarà in smartworking. Stop anche ai "botti" di Capodanno.

"Raccomando - continua Castellino - di non far visita ai parenti non conviventi; di limitare i pranzi e le cene tradizionali solo tra conviventi; di uscire di casa solo se strettamente necessario. Per quanto non espressamente disciplinato si applicano le disposizioni della Presidenza del Consiglio dei Ministri, DPCM e DL, e quelle delle Ordinanze contingibili ed urgenti del Presidente della Regione. La presente Ordinanza ha validità dal 30 dicembre 2021 al 9 Gennaio 2022 compreso, e potrà essere rivista in relazione alla evoluzione epidemiologica del fenomeno. Segnalo che siamo in attesa di conoscere i risultati di decine di tamponi risultati positivi nei laboratori e nelle farmacie".

A Canicattì, invece, nessuna chiusura ma l'istituzione di due nuovi drive in nel parcheggio "Padre Gioacchino La Lomia" e all'ospedale "Barone Lombardo". Lo screening è rivolto solamente ai soggetti positivi e avvisati dal dipartimento o Usca. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Contagi Covid-19, i sindaci corrono ai ripari: sospese le iniziative natalizie

AgrigentoNotizie è in caricamento