menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
In alto, la vittima. Sotto, l'imputato

In alto, la vittima. Sotto, l'imputato

Omicidio Passafiume, la Giunta ha deliberato: il Comune di Cianciana sarà parte civile

Filippo Sciara, 56 anni, è accusato d'aver ucciso - il 22 agosto del 1993 - l’imprenditore ciancianese Diego Passafiume che non si piegò alle regole di Cosa Nostra

Il Comune di Cianciana ha deliberato di costituirsi parte civile. E lo farà nell'udienza fissata per gennaio. "Le finalità statutarie del Comune sono quelle di adottare ogni utile azione per la costituzione, come parte civile, nei processi di mafia e dunque diffondere la cultura della legalità" - ha spiegato il sindaco Francesco Martorana - .

Onesto e dunque scomodo a Cosa Nostra, 25 anni dopo l'omicidio scatta un arresto

Il processo è quello a carico di Filippo Sciara, 56 anni, già affiliato alla “famiglia” mafiosa di Siculiana, accusato dell’omicidio dell’imprenditore ciancianese Diego Passafiume, ucciso il 22 agosto 1993 a Cianciana. A distanza di quasi trent’anni, e dopo una svolta nelle indagini avvenuta nel 2018, Sciara è stato  accusato di omicidio premeditato ed efferato, con l’aggravante di aver agevolato l’attività di Cosa Nostra, nei confronti dell’imprenditore ciancianese, allora 41enne, che operava nel settore del movimento terra. Passafiume venne ucciso - raggiunto da alcune fucilate, l'ultima delle quali in pieno viso, - mentre era alla guida della propria auto, assieme alla moglie, alla suocera e ai bambini. 

All’udienza preliminare del 6 ottobre si è già costituita parte civile l’associazione “I cittadini contro le mafie e la corruzione”. Il Comune di Cianciana, con la deliberazione della Giunta di oggi, si costituirà parte civile all’udienza fissata per gennaio, nei confronti di Sciara Filippo, accusato in concorso con altri per l’omicidio dell’imprenditore ciancianese Diego Passafiume. 

 L’amministrazione comunale ha conferito l’incarico all’avvocato Lucia Lo Scalzo del foro di Agrigento. 

Ucciso perché non si piegava alle regole di Cosa Nostra, dopo 25 anni arrestato il killer
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

"Belt and Road Exibition 2021”, Agrigento presente alla fiera on line

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento