rotate-mobile
Cronaca

Non poteva tornare in piazza Vittorio Emanuele, denunciato posteggiatore abusivo

Il cinquantaquattrenne già "colpito" da Daspo urbano per tre mesi non avrebbe potuto più rimettere piede in quello slargo, né nelle aree circostanti

All'inizio di ottobre, la polizia di Stato gli aveva notificato il "Daspo urbano" firmato dal questore Maurizio Auriemma. Per tre mesi l'agrigentino cinquantaquattrenne A. M., posteggiatore abusivo che era solito lavorare in piazza Vittorio Emanuele, non avrebbe potuto più rimettere piede in quella piazza, né nelle aree circostanti. Sabato sera, i poliziotti della sezione "Volanti" lo hanno trovato proprio nei pressi di piazza Vittorio Emanuele. Non c'era la certezza che si fosse messo di nuovo al lavoro. Ma di fatto - stando al provvedimento di "Daspo urbano" - non avrebbe potuto essere in quel luogo.

Parcheggiatore abusivo al lavoro, arriva il "Daspo urbano"

Il cinquantaquattrenne, A. M., è stato, dunque, denunciato, in stato di libertà, alla Procura della Repubblica di Agrigento, per inosservata al provvedimento dell'autorità. Si tratta dunque, adesso, di un provvedimento penale. Il primo adottato nei confronti di un posteggiatore abusivo. La polizia di Stato, negli ultimi mesi, sta concretamente, ripetutamente, cercando di fronteggiare il fenomeno dei posteggiatori abusivi che ad Agrigento, come in molte altre realtà, non s'è mai riusciti a sradicare. Ed è questo un problema - come dimostra la cronaca quotidiana - che, però, si ripropone sistematicamente. 

Allontanato un posteggiatore abusivo, ne spunta subito un altro 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Non poteva tornare in piazza Vittorio Emanuele, denunciato posteggiatore abusivo

AgrigentoNotizie è in caricamento