Cronaca

Calcestruzzi Belice, la commissione Antimafia dell'Ars ha incontrato gli 11 licenziati

Nello Musumeci: "Se la lotta alla mafia viene fatta senza tenere conto della sorte dei lavoratori è e resta solo un’operazione di polizia"

Un momento della fiaccolata dei lavoratori licenziati della Calcestruzzi Belice

"Se la lotta alla mafia viene fatta senza tenere conto della sorte dei lavoratori è e resta solo un’operazione di polizia". Lo ha detto, secondo quanto riporta il Giornale di Sicilia, Nello Musumeci, presidente della commissione Antimafia dell’Ars, ieri, a Montevago, incontrando i lavoratori della Calcestruzzi Belice, azienda confiscata e poi dichiarata fallita dal tribunale di Sciacca per un debito di 27 mila euro.

LEGGI ANCHE: La Corte d'appello rinvia la sentenza, doccia fredda per i lavoratori 

Musumeci è arrivato alla Calcestruzzi Belice assieme al sindaco di Montevago, Margherita La Rocca Ruvolo, parlamentare all’Ars e vice presidente della commissione. L’Antimafia regionale si riunirà questa mattina a Palermo ed all’ordine del giorno dei lavori c’è proprio il caso della Calcestruzzi Belice e dei lavoratori licenziati.

LEGGI ANCHE: L'arcivescovo Montenegro: "Pronti a donare i soldi per salvare i lavoratori"

"C'è da capire – ha detto Musumeci durante l’incontro con i lavoratori - se da un punto di vista giuridico noi possiamo contestare o annullare il provvedidmento adottato dal tribunale. Io credo che un’interlocuzione direttamente con Postiglione (ndr, a capo dell’Agenzia per i beni confiscati) può essere una soluzione. La pressione che possiamo adottare noi come commissione regionale antimafia – ha aggiunto Musumeci - è limitata". 

LEGGI ANCHE: L'agenzia nazionale per i beni confiscati ha presentato ricorso 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calcestruzzi Belice, la commissione Antimafia dell'Ars ha incontrato gli 11 licenziati

AgrigentoNotizie è in caricamento