rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Cronaca

"La città è diventata un centro d'accoglienza", Di Rosa incalza il sindaco

Il coordinatore provinciale del movimento "Noi con Salvini" lancia un appello al primo cittadino, chiedendo di vietare l'apertura di nuove strutture per migranti, non solo nel centro storico, ma anche nel resto della città

"Agrigento è diventata un grande centro d'accoglienza". È l'allarme lanciato da Giuseppe Di Rosa, coordinatore provinciale del movimento "Noi con Salvini", che lancia un appello al sindaco Lillo Firetto, chiedendo di estendere il divieto di apertura di nuove strutture d'accoglienza per migranti, non solo nel centro storico, ma anche nel resto della città. 

"Un’emergenza sociale come quella dell’immigrazione - scrive Di Rosa in una nota - si è trasformata in una fonte di sostentamento di intere famiglie e di giovani agrigentini disoccupati. L’intera città è stata trasformata in un grande centro di accoglienza, Ci sono quartieri, come il Villaggio Mosè, che sono stati  letteralmente colonizzati dalle strutture di accoglienza, con decine e decine di minori che attendono per mesi il loro destino senza che ad essi vengano spesso forniti servizi e garantite tutele. Alla fine a pagare è sempre la collettività. Se non bastano le centinaia di migliaia di euro che le comunità chiedono al Comune per il pagamento delle rette, ci sono pure i risarcimenti per il mancato versamento delle stesse".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"La città è diventata un centro d'accoglienza", Di Rosa incalza il sindaco

AgrigentoNotizie è in caricamento