rotate-mobile
Martedì, 21 Maggio 2024
La kermesse

Da Palermo ad Agrigento: ecco il treno diretto alla sagra del Mandorlo in fiore: previsto un boom di viaggiatori

Per l’occasione Fondazione Fs Italiane, in collaborazione con l’assessorato al Turismo della Regione, ha organizzato un ricco programma di treni storici

Torna la Festa del Mandorlo in fiore di Agrigento e per l’occasione Fondazione Fs Italiane, in collaborazione con il Comune di Agrigento e l’assessorato al Turismo della Regione Siciliana, ha organizzato un ricco programma di treni storici da Palermo ad Agrigento e sulla Ferrovia dei Templi fra Agrigento–Porto Empedocle.

Nelle giornate del 5, 11 e 12 marzo sarà possibile utilizzare i treni lasciando la propria auto in prossimità delle stazioni ferroviarie di Porto Empedocle (Succursale e Centrale) o Agrigento Bassa per raggiungere comodamente il centro cittadino, interdetto al traffico veicolare, per assistere alle tradizionali sfilate dei gruppi folkloristici.

E dal Comune di Agrigento fanno sapere che è previsto un importante numero di corse sulla tratta ferroviaria Agrigento - Valle dei Templi - Porto Empedocle passando dal tempio di Vulcano.

“Ringrazio la Fondazione FS - scrive il sindaco Miccichè - per la fattiva collaborazione e in particolare Pietro Fattori per aver accolto la mia richiesta di supporto. I tanti visitatori attesi nelle giornate clou della 'Festa del Mandorlo’ potranno raggiungere il centro della città comodamente in treno per assistere alle sfilate e, nella giornata conclusiva della festa, potranno raggiungere la Valle dei templi dove è in programma il consueto spettacolo finale”.

Il programma

Domenica 5 marzo

Per la prima domenica della kermesse sarà possibile raggiungere Agrigento con un treno storico composto da locomotiva elettrica in livrea d’epoca e carrozze Centoporte e Corbellini partendo dalla stazione di Palermo Centrale alle ore 8.00 e arrivo ad Agrigento Centrale alle 11.05. Previste fermate intermedie a Bagheria (8.17), Termini Imerese (8.38), Roccapalumba – Alia (9.18) e Aragona Caldare (10.48). Il treno per il ritorno partirà alle ore 18.35 (garantita la coincidenza ad Agrigento Bassa con i treni della Ferrovia dei Templi) con arrivo a Palermo Centrale alle 21.20.

Come ogni prima domenica del mese, l’ingresso al Parco Archeologico della Valle dei Templi è gratuito, mentre è previsto il pagamento di un ticket per la visita del Giardino della Kolymbethra. Sulla Ferrovia dei Templi, tra le stazioni di Agrigento Centrale e Porto Empedocle Succursale, con fermate a Agrigento Bassa, Tempio di Vulcano, Porto Empedocle Centrale sono previsti 10 treni.

Le partenze da Agrigento Centrale per Porto Empedocle sono programmate alle ore 08.30; 10.20; 13.30, 15.20; 17.20. Le partenze da Porto Empedocle per Agrigento Centrale sono previste alle ore 09.20; 11.10; 14.20; 16.15; 18.15.

Sabato 11 marzo

Sulla Ferrovia dei Templi, tra le stazioni di Agrigento Centrale e Porto Empedocle Succursale, con fermate a Agrigento Bassa, Tempio di Vulcano, Porto Empedocle Centrale sono previsti 4 treni.

Le partenze da Agrigento Centrale per Porto Empedocle sono programmate alle ore 10.20; 15.20. Le partenze da Porto Empedocle per Agrigento Centrale sono previste alle ore 11.10; 16.15.

In collaborazione con il Fondo Ambiente Italiano, sarà possibile trascorrere una giornata all’interno del Giardino della Kolymbethra dove sono previste numerose attività per le famiglie. Per l’accesso al sito è necessario un ticket acquistabile alla fermata Tempio di Vulcano.

Domenica 12 marzo

Per la domenica conclusiva della Festa del Mandorlo in Fiore sarà possibile raggiungere Agrigento con un treno storico composto da locomotiva elettrica in livrea d’epoca e carrozze Centoporte e Corbellini partendo dalla stazione di Palermo Centrale alle ore 8.00 e arrivo ad Agrigento Centrale alle 11.05. Previste fermate intermedie nelle stazioni di Bagheria (8.17), Termini Imerese (8.38), Roccapalumba – Alia (9.18) e Aragona Caldare (10.48). Il treno per il ritorno partirà alle ore 18.35 (garantita la coincidenza ad Agrigento Bassa con i treni della Ferrovia dei Templi) con arrivo a Palermo alle 21.20

L’ingresso al Parco Archeologico, dove è previsto lo spettacolo finale della kermesse, è libero, mentre è previsto il pagamento di un ticket per la visita del Giardino della Kolymbethra.

Sulla Ferrovia dei Templi, tra le stazioni di Agrigento Centrale e Porto Empedocle Succursale, con fermate a Agrigento Bassa, Tempio di Vulcano, Porto Empedocle Centrale, sono previsti 10 treni.

Le partenze da Agrigento Centrale per Porto Empedocle sono programmate alle ore 08.30; 10.20; 13.30; 15.20; 17.20. Le partenze da Porto Empedocle per Agrigento Centrale sono previste alle ore 09.20; 11.10; 14.20; 16.15; 18.15. 

Il costo dei biglietti per viaggiare a bordo del Treno del Mandorlo in fiore, tra Palermo e Agrigento, è di 10 euro a tratta per gli adulti e 5 euro per i minori di 12 anni, per viaggiare a bordo dei treni Mandorlo in Fiore Express, tra Agrigento, la Valle dei Templi e Porto Empedocle è di 3 euro a tratta per gli adulti e 1,5 euro per i minori di 12 anni. I biglietti potranno essere acquistati nelle biglietterie e self service di stazione, agenzie di viaggio abilitate, su www.trenitalia.com oppure direttamente a bordo treno, senza alcuna maggiorazione di prezzo, e in relazione alla disponibilità dei posti a sedere. Maggiori informazioni sul sito www.fondazionefs.it e sulle fanpage dei principali canali social.

«Raccolgo con grande piacere la disponibilità offerta dalla “Fondazione Ferrovie dello Stato” di realizzare il trasporto turistico con i treni storici in occasione della festa del “Mandorlo in fiore” e la condivisione dell'amministrazione comunale di Agrigento nella relativa organizzazione. L'evento costituisce una grande occasione di valorizzazione del territorio agrigentino, con grande richiamo turistico che ogni anno attira visitatori da ogni parte d'Italia e dal mondo intero»: queste le parole dell’assessore regionale del turismo, Elvira Amata, commentando il ricco programma di treni storici da Palermo ad Agrigento e sulla Ferrovia dei Templi fra Agrigento e Porto Empedocle nelle giornate del 5, 11 e 12 marzo.
«Un’iniziativa – prosegue l’esponente del governo Schifani  - che vuole essere anche un’anticipazione del progetto “Treni Storici”, ormai consolidato negli anni, sostenuto dalla Regione e attraverso il quale viene proposto un ricco programma di viaggio, capace di implementare significativamente l'identità culturale dei territori e i flussi turistici. L'iniziativa sarà replicata anche quest'anno e vedrà il pieno coinvolgimento dei territori interessati secondo il programma in corso di definizione».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da Palermo ad Agrigento: ecco il treno diretto alla sagra del Mandorlo in fiore: previsto un boom di viaggiatori

AgrigentoNotizie è in caricamento