menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Calogero Romano

Calogero Romano

Mafia, imprenditore accusato di fare affari con i boss: un perito ricostruirà il patrimonio

La Corte di appello ordina accertamenti finanziari sulle società riconducibili al 62enne Calogero Romano, condannato in primo grado a 6 anni e 6 mesi per concorso esterno

Il perito esaminerà “l’intera posizione bancaria diretta e indiretta, debitoria e creditoria nonché le dichiarazioni dei redditi, i bilanci, le scritture contabili e lo sviluppo imprenditoriale, fino dal marzo del 2016, delle società a lui riconducibili”. Gli accertamenti finanziari, che saranno eseguiti dal commercialista Alessandro Polizzotto, allungano i tempi del processo di appello all’imprenditore di Racalmuto, Calogero Romano, 62 anni, condannato in primo grado a 6 anni e 6 mesi di reclusione per concorso esterno in associazione mafiosa.

Per i giudici della Corte di appello di Palermo, il nuovo atto istruttorio - sollecitato dal sostituto pg Rita Fulantelli - era “indispensabile ai fini della decisione”. Ieri è stato conferito l’incarico al perito che accederà anche alla documentazione relativa a conti correnti, titoli di credito e rapporti bancari. Gli accertamenti patrimoniali a carico di Romano, difeso dall’avvocato Salvatore Pennica, arrivano dopo che i giudici, nelle precedenti udienze, hanno rigettato la richiesta del pg di riaprire l’istruttoria per produrre il provvedimento, emesso dalla sezione Misure di prevenzione del tribunale, che disponeva il sequestro di beni per 120 milioni di euro nei confronti dell’imputato. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre lo "Sportello di ascolto solidale": aiuterà anche le famiglie

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento