Martedì, 16 Luglio 2024
Mafia Menfi

Mafia, la maxi inchiesta "Opuntia": Riggio resta in carcere

Respinta l'istanza della difesa, il gip: "E' pienamente inserito nel tessuto criminale"

«In base a quanto emerge dagli atti d’indagine Riggio risulta pienamente inserito, in modo stabile e continuativo, nel tessuto socio criminale della famiglia mafiosa di Menfi all’interno della quale risulta essersi mosso consapevolmente e liberamente come esponente al servizio del capo famiglia Vito Bucceri per attività funzionali al raggiungimento degli scopi della stessa consorteria mafiosa e non certo per interessi privati del cugino».

Chiesta la revoca della misura cautelare

È questo il passaggio centrale del provvedimento con il quale il giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Palermo, Ermelinda Marfia, rigetta la richiesta di revoca della custodia in carcere per Vito Riggio, di 46 anni, di Menfi, coinvolto nell’operazione antimafia «Opuntia». 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mafia, la maxi inchiesta "Opuntia": Riggio resta in carcere
AgrigentoNotizie è in caricamento