rotate-mobile
Il provvedimento / Licata

Picchia brutalmente l'amico che l'aveva ospitato e sfregia il figlio neonato: condanna definitiva e arresto per 36enne

L'episodio risale all'estate del 2018: la vittima sarebbe stata pestata per sottrargli 400 euro, poi le minacce alla moglie e il ferimento del piccolo

I poliziotti del commissariato di Licata hanno eseguito un provvedimento emesso dalla Corte di appello di Palermo e arrestato Alin Dragos Rauta, 36 anni, originario della Romania.

L’uomo è stato condannato a tre anni e otto mesi per i reati di rapina in concorso, minacce e lesioni personali. Il trentaseienne, insieme ad un complice, si è reso responsabile di una violenta rapina ai danni di un amico che lo stava ospitando. La vicenda risale all’estate del 2018. Rauta, secondo quanto ha accertato il processo, ha aggredito e malmenato un connazionale, che lo aveva ospitato in casa, all’uscita di un bar, al fine di sottrargli la somma di 400 euro.

Una volta messo a segno il pestaggio si recò nell’abitazione dove vi erano la moglie il figlio della vittima. A quest’ultimo, un neonato, provocò uno sfregio mentre alla donna proferì minacce per non farle sporgere denuncia. In primo grado Rauta è stato condannato a 5 anni e 4 mesi, divenuti poi 3 anni e 8 mesi in secondo grado. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Picchia brutalmente l'amico che l'aveva ospitato e sfregia il figlio neonato: condanna definitiva e arresto per 36enne

AgrigentoNotizie è in caricamento