Lunedì, 18 Ottobre 2021
Cronaca Licata

"Litiga con il genero e lo minaccia di morte per problemi economici": denunciato sessantenne

La lite è avvenuta all'interno dell'abitazione dalla quale, però, il più giovane, cercando di mettersi al riparo, è riuscito ad allontanarsi. L'anziano lo ha inseguito e ha cercato di sfondare i finestrini dell'autovettura a pugni

Aggredisce il genero, e lo minaccia di morte con un coltello, per motivi economici. Un sessantenne è stato denunciato, alla Procura della Repubblica di Agrigento, dalla polizia. Le ipotesi di reato di cui dovrà rispondere sono: porto illecito di coltello e minacce gravi. 

I poliziotti delle Volanti del commissariato di Licata, coordinati dal vice questore Cesare Castelli, nella giornata di ieri, dopo aver raccolto l'Sos, si sono precipitati nell'abitazione di una famiglia dove era stata segnalata una violenta lite. Poco prima dell'arrivo della polizia, per futili motivi economici, il sessantenne licatese aveva aggredito il proprio genero. Al culmine di una accesa discussione tra i due familiari, il sessantenne avrebbe - secondo l'accusa - afferrato un coltello da cucina e avrebbe minacciato il genero che, per timore, s'è subito allontanato dall'abitazione, rifugiandosi assieme ai familiari all'interno della propria autovettura parcheggiata lungo la via. Il sessantenne lo avrebbe però raggiunto e lo avrebbe minacciato di morte, tentando di sfondare con pugni i vetri del veicolo.

Ed è proprio a questo punto che il genero ha chiamato la polizia, riuscendo ad allontanarsi - alla guida dell'auto - dal posto, mettendosi al riparo dal pericolo per la propria incolumità. I poliziotti, intervenuti tempestivamente, hanno prima riportato la calma e poi, dopo la ricostruzione dei fatti, hanno denunciato il sessantenne per porto illecito di coltello e minacce gravi.


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Litiga con il genero e lo minaccia di morte per problemi economici": denunciato sessantenne

AgrigentoNotizie è in caricamento