Sabato, 24 Luglio 2021
Cronaca

Peschereccio affondato, slitta a domani l'immersione del "rov"

Le ricerche sono riprese in superficie, ossia con il pattugliamento delle motovedette. Il sindaco cerca la strada per aiutare le disperate famiglie

Una motovedetta della Guardia costiera ed il disperso Francesco Solina

Il "rov" - il robot della Guardia costiera di Messina - avrebbe dovuto immergersi oggi. In realtà, a causa del mare mosso - molto mosso - l'immersione del "rov" è slittata a domani. Già lunedì, il vento si è calmato, ma il mare resta mosso e pertanto sono riprese soltanto in superficie - ossia con il pattugliamento delle motovedette della Capitaneria di porto nel tratto di mare dove si è verificato il naufragio - le ricerche del marinaio disperso: Francesco Solina, 51 anni, di Lampedusa.

LEGGI ANCHE: Il naufragio, disperso un cinquantunenne  

A quanto pare, però, il mare antistante alla più grande delle isole Pelagie sta peggiorando nuovamente. Il sindaco, Giusi Nicolini, intanto, sta cercando di trovare la strada da percorrere per aiutare la famiglia del disperso e quella dell'armatore. "Il presidente della Regione, Rosario Crocetta, - ha spiegato l'amministratore di Lampedusa - mi ha chiamato per rassicurarmi che le ricerche continueranno. Mi sono consultata con il presidente della Regione e con il ministero per capire come poter aiutare queste famiglie". 

Se non si farà la video ispezione, però, non si potrà capire se servirà far riemergere o meno il peschereccio "Giacomo Maria" per recuperare il cadavere del cinquantunenne. Non si sa infatti dove la salma possa essere rimasta incastrata. Bisognerà, inoltre, avere una stima della spesa necessaria per far riemergere il natante.

LEGGI ANCHE: La Procura ha aperto un'inchiesta, due persone iscritte nel registro degli indagati  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Peschereccio affondato, slitta a domani l'immersione del "rov"

AgrigentoNotizie è in caricamento