rotate-mobile
Mercoledì, 22 Maggio 2024
L'emergenza / Lampedusa e Linosa

Senza farmaci salvavita o chemioterapici: "costretti" al viaggio verso il capoluogo per provare a non morire

Dall'Asp di Palermo: "Il trasporto delle medicine, già programmato per questa mattina, sarà effettuato domani. Da lunedì sarà nell’Isola il direttore del distretto sanitario, Giuseppe Noto, per valutare ed affrontare ogni criticità organizzativa"

Non riescono ad avere - al Poliambulatorio di Lampedusa - il necessario, indispensabile, piano terapeutico (ossia la prescrizione di farmaci per le patologie di cui sono affetti), ma neanche le medicine salvavita o chemioterapici.  Per ottenere i farmaci, i lampedusani ammalati devono recarsi alla farmacia territoriale di competenza che si trova in via La Loggia a Palermo. Un viaggio, di fatto. Un viaggio che si aggiunge a quelli necessari per controlli specifici e accertamenti sempre medico-sanitari.  

E' previsto, o almeno dovrebbe esserlo, che qualora siano residenti in un luogo diverso dal posto dove sorge l'Asp di competenza (quella di Palermo ndr.), e dall'ospedale in cui sono in cura, i cittadini - i lampedusani in questo caso - possano recarsi al punto d'assistenza sanitaria più vicino per farsi recapitare i farmaci. Cosa che non è avvenuto stamani e il marito di una lampedusana con patologia oncologica è stato perfino costretto a chiamare i carabinieri. Militari dell'Arma che gli hanno consigliato di recarsi in caserma per far redigere una circostanziata denuncia.

Ma cosa è cambiato rispetto ai mesi passati? Nulla, praticamente nulla. Il servizio di invio di questo genere di farmaci, molto spesso salvavita o chemioterapici, non è sistematicamente pianificato. Accadeva però che prima - stando al racconto degli isolani che vivono questo estremo disagio nel curarsi - qualche medico veniva incaricato di recuperare i farmaci necessari, trasformandosi in vettore-corriere, e li consegnava a Lampedusa. Cosa che, ultimamente, però non accade più. "Serve una convenzione o qualunque altro tipo di accordo - incalzano i lampedusani - . Non possiamo certamente continuare a chiedere favori per ottenere quello che è un nostro diritto. Si tratta, fra l'altro, di medicine costosissime. Fra Lampedusa e Palermo ci sono tre voli al giorno, non servirebbe altro che pianificare. In questo modo siamo invece costretti a metterci sull'aereo, subendo anche i disagi economici, per andare a Palermo e recuperare questi preziosi farmaci. Medicine che, appunto, dovrebbero essere recapitate al Poliambulatorio. L'Asp ce l'ha la lista, e pure la patologia, dei lampedusani che sono ammalati e che hanno bisogno delle medicine". Vale appunto per i malati oncologici, per chi ha forme di Alzheimer in stato avanzato, ma anche per chi soffre di schizofrenia ed ha pure avuto il Covid che gli ha lasciato gravi problemi cardiologici e polmonari. 

Una situazione che aggrava, e pesantemente, la carenza di specialisti sulla più grande delle isole Pelagie dove non c'è più, ultimamente, neanche l'ortopedico. Il precedente medico è andato in pensione e un altro è malato. Trovare specialisti che accettino di spostarsi a Lampedusa, a quanto pare, è, per l'Asp di Palermo, come fare un terno al Lotto. 

Lampedusa. Martello scrive a Razza: “Sull’isola mancano ortopedico, psichiatra e neuropsichiatra infantile"

Per sollevare il problema della mancanza di piano terapeutico, per cardiopatici e malati di Alzheimer, il circolo Fenapi Le Pelagie Lampedusa ha anche, lo scorso primo giugno, inviato una pec all'azienda sanitaria provinciale 6 di Palermo. Ed anche questo per evitare che per avere il mensile piano terapeutico, i lampedusani ammalati debbano recarsi, ogni volta, a Palermo. "Sarebbe veramente scandoloso!!" - hanno scritto dal patronato-sindacato e Caf all'Asp - . 

La replica dell'Asp di Palermo

"Il trasporto dei farmaci, già programmato per questa mattina, sarà effettuato domani. Da lunedì sarà nell’Isola il direttore del distretto sanitario, Giuseppe Noto, per valutare ed affrontare ogni criticità organizzativa".

(Aggiornato alle ore 18,20)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Senza farmaci salvavita o chemioterapici: "costretti" al viaggio verso il capoluogo per provare a non morire

AgrigentoNotizie è in caricamento