menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il furgone della polizia che ha avuto una fiammata all'interno

Il furgone della polizia che ha avuto una fiammata all'interno

Brucia un furgone della polizia a Lampedusa, il sindaco: "Abbandonati dal Governo"

Nessun dubbio, non per la Questura, sul fatto che le fiamme sono state di matrice accidentale. Totò Martello: "La macchina per rilevare le impronte digitali all'interno del centro d'accoglienza è guasta"

Brucia un furgone della polizia di Stato, posteggiato in strada, a Lampedusa. Il sindaco delle Pelagie, Salvatore Martello, lancia - e non è la prima volta nelle ultime settimane - l'allarme: "Siamo abbandonati a noi stessi e temo che questa sia una scelta ben precisa, così si crea il caos e poi si scarica la colpa su di noi". 

L'incendio del furgone della polizia di Stato - una fiammata che ha provocato danni all'interno dell'abitacolo - è stato di matrice accidentale. Lo hanno chiarito, già stanotte stessa, i vigili del fuoco del distaccamento isolano che sono accorsi sul posto e che hanno provveduto a spegnere il rogo prima che si estendesse. A quanto pare - stando a quanto è stato ufficializzato dalla Questura di Agrigento - è rimasta accesa una luce posteriore e s'è innescato un cortocircuito. "Nessun dubbio, è stato di un incendio accidentale" - chiarisce il questore Rosa Maria Iraci che aggiunge: "Nessun caos sull'isola". 

"Per comprendere qual è il livello di attenzione di questo Governo nei confronti di Lampedusa, basta dire che la macchina per rilevare le impronte digitali all'interno del centro d'accoglienza è guasta. Senza strumenti non si può garantire nulla - ha detto, poco prima, il sindaco di Lampedusa Martello - . Questa notte un furgone della polizia, parcheggiato in strada, ha preso fuoco. Siamo abbandonati a noi stessi". 

incendio furgone polizia lampedusa-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento