rotate-mobile
Giovedì, 29 Febbraio 2024
Il miracoloso intervento / Lampedusa e Linosa

Rischia di soffocare a causa di una crisi epilettica, poliziotti salvano bimbo di due anni

I medici complimentati con l'ispettore per la manovra che ha consentito, con un oggetto di fortuna: un semplice pettine, l'apertura della bocca del piccino

Non soltanto non hanno perso tempo, ma non hanno avuto neanche la più piccola esitazione su quello che serviva fare. Due poliziotti - un ispettore e un assistente capo - hanno salvato un bimbo di due anni che ha rischiato di morire soffocato a causa di una crisi epilettica. Il piccolo, affidato alle cure dei medici, è, per fortuna, fuori pericolo. 

I poliziotti, in servizio durante il turno notturno all'hotspot di Lampedusa, alle 4,45 circa, sono stati avvicinati da un migrante, ospite della struttura, tanto agitato. Un uomo che, in francese, riferiva che c'era un bimbo che rischiava di morire. Quattro i poliziotti che si sono subito precipitati al primo piano di uno dei padiglioni e in una delle stanze hanno trovato una donna con in braccio un piccino di due anni. La mamma d'istinto e forzatamente aveva inserito un dito nella bocca serrata del bimbo. Dito che sanguinava. Per liberare la donna ferita, l'ispettore ha messo il suo dito nella bocca del piccino ed ha chiesto ad un collega, un assistente capo, di trovare subito un pettine di plastica. La lucidità e la freddezza nell'intervento ha fatto sì che concretamente i poliziotti riuscissero a prodigarsi per scongiurare la tragedia. 

Quel pettine, recuperato in fretta e in furia, è stato piegato e messo fra le arcate dentarie del piccino, evitando - nonostante il piccolo serrasse le mandibole - la chiusura della bocca. In francese, l'ispettore ha tranquillizzato la mamma, che aveva continuato a piangere e pregare, ed ha preso in braccio il bambino. Intanto gli altri due poliziotti - un vicesovrintendente e un altro assistente capo - avevano chiamato l'ambulanza giunta dopo circa 5 minuti rispetto a quando il piccoletto era stato già messo in condizioni di respirare. Il personale medico del Poliambulatorio s'è complimentato con l'ispettore per la manovra che ha consentito, con un oggetto di fortuna, l'apertura della bocca. A questo punto, il medico e lo stesso ispettore hanno sostituito il pettine con una cannula chirurgica. Dopo che il piccino è stato avvolto fra le coperte è stato caricato in ambulanza assieme alla madre e allo stesso ispettore-angelo custode. 

Al Poliambulatorio, i medici, dopo i controlli necessari, hanno dichiarato il piccoletto fuori pericolo. Lo stesso ispettore, che parla bene il francese, è riuscito non soltanto a tenere calma la mamma del bambino, ma anche a darle le comunicazioni dei medici. Soltanto quando il bimbo s'è addormentato, il poliziotto, che continuava a tenerlo in braccio, lo ha messo a letto, fra i ringraziamenti della mamma che, di fatto, era tornata a sorridere. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rischia di soffocare a causa di una crisi epilettica, poliziotti salvano bimbo di due anni

AgrigentoNotizie è in caricamento