L'inchiesta sulla scomparsa di Gessica, il sangue trovato sul bagno della casa del compagno non è suo

Sono arrivati i primi risultati del Ris, il materiale ematico non appartiene alla ragazza scomparsa il 12 agosto ma, probabilmente, a un uomo

Gessica Lattuca

Le tracce di sangue trovate nel bagno di Filippo Russotto, l'ex fidanzato di Gessica Lattuca, la ragazza di 27 anni, madre di quattro figli, scomparsa da Favara il 12 agosto, non appartengono alla donna. 

IL VIDEO. Scritte anonime indicano l'assassino, la mamma della ragazza: "Avvisata con una telefonata anonima"

Lo hanno accertato gli esami del Ris di cui, nelle scorse ore, sono arrivati i risultati. Il materiale ematico appartiene a un uomo. Russotto, unico indagato dalla Procura, aveva detto che il cognato, fratello di Gessica, si era ferito nel suo bagno.

Le indagini al bivio decisivo, si comparano Dna e tracce

I pm ipotizzano che dietro la scomparsa della donna vi sarebbe un giro di prostituzione. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Statale 189, l'auto finisce fuori strada e si ribalta: muore un ventiquattrenne

  • Perde il controllo dell'auto mentre torna a casa: muore 23enne dopo un incidente

  • Si taglia una gamba e muore dissanguato: tragedia a Palma di Montechiaro

  • Tragedia a San Leone: muore un turista svizzero di 35 anni

  • Incidente alla rotatoria Giunone: è morto un trentacinquenne

  • L'incidente che ha ucciso Angelo, Racalmuto è sotto choc: annullati tutti gli eventi del week end

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento