L'inchiesta sulla scomparsa di Gessica, il sangue trovato sul bagno della casa del compagno non è suo

Sono arrivati i primi risultati del Ris, il materiale ematico non appartiene alla ragazza scomparsa il 12 agosto ma, probabilmente, a un uomo

Gessica Lattuca

Le tracce di sangue trovate nel bagno di Filippo Russotto, l'ex fidanzato di Gessica Lattuca, la ragazza di 27 anni, madre di quattro figli, scomparsa da Favara il 12 agosto, non appartengono alla donna. 

IL VIDEO. Scritte anonime indicano l'assassino, la mamma della ragazza: "Avvisata con una telefonata anonima"

Lo hanno accertato gli esami del Ris di cui, nelle scorse ore, sono arrivati i risultati. Il materiale ematico appartiene a un uomo. Russotto, unico indagato dalla Procura, aveva detto che il cognato, fratello di Gessica, si era ferito nel suo bagno.

Le indagini al bivio decisivo, si comparano Dna e tracce

I pm ipotizzano che dietro la scomparsa della donna vi sarebbe un giro di prostituzione. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Braccati dai carabinieri dopo la rapina alla banca Sant'Angelo: fermati 2 palermitani e un sabettese

  • Rapinata la banca Sant'Angelo: in due portano via 50 mila euro

  • Il colpo in banca da oltre 50mila euro, la banda dal gip: uno dei banditi aveva distintivo dei carabinieri

  • Vede l'auto in fiamme, si precipita in strada e viene accoltellato: un arresto

  • "Intascava i soldi delle carte di identità elettroniche", arrestato impiegato comunale

  • Grande Fratello vip, l'empedoclina Clizia Incorvaia al centro del gossip

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento