Lunedì, 26 Luglio 2021
Cronaca

Giustizia e fase 2, continua il pressing per la ripartenza: il caso approda all'Ars

Non solo flash mob, trattative e riunioni in remoto: l'avvocatura siciliana si compatta per chiedere la ripresa

Il flash mob per la "giustizia sospesa"

Non solo flash mob, trattative e riunioni in remoto: il pressing dell'avvocatura per fare riprendere in maniera più decisa l'attività giudiziaria approda all'Assemblea regionale siciliana dove gli avvocati agrigentini, che la scorsa settimana, in centinaia, si sono radunati davanti al tribunale per consegnare simbolicamente i codici, incontreranno gli altri colleghi dell’isola per sensibilizzare le istituzioni sul problema della cosiddetta fase 2 della giustizia, ritenuta dall'avvocatura troppo lenta a causa, soprattutto, di un provvedimento del governo che limita la presenza di personale amministrativo in servizio e non stabilisce un metodo unitario di ripresa.

L'appuntamento, sabato mattina alle 10, nella sala gialla dell'Ars, è con gli Stati generali dell'avvocatura, ai quali parteciperanno anche il commissario dell'Ordine degli avvocati di Agrigento, Silvio Miceli, e i delegati all'Unione dei fori siciliani Gianluca Sprio e Vincenza Gaziano.

"Le istituzioni forensi siciliane - commentano Sprio e Gaziano -, portando ognuno la propria esperienza territoriale, si riuniscono allo scopo di determinare un’azione unica che consenta di poter accedere, nel rispetto di tutte le norme di legge, ad una ulteriore fase di riapertura della giustizia".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giustizia e fase 2, continua il pressing per la ripartenza: il caso approda all'Ars

AgrigentoNotizie è in caricamento