rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Cronaca

Morti sul lavoro, l'appello dei sindacati: "Punire chi non rispetta le regole "

Intervento duro da parte della Flai e Cgil: "Non si può morire così"

Incidenti sul lavoro, il sindacato non ci sta ed alza la voce. La Flai e la Cgil di Agrigento tramite nota stampa, hanno espresso rabbia per il secondo incidente mortale sul lavoro accaduto nel territorio di Naro nell’arco di una settimana.

LEGGI ANCHE: SI RIBALTA UN TRATTORE, MUORE BRACCIANTE

"Siamo certi - dicono - che la magistratura farà di tutto per accertare la dinamica dell’incidente ed eventuali responsabilità. A perdere la vita due lavoratori agricoli di nazionalità rumena, Liviu Parnica di 42 anni e Ionita Gabriel Ionit di 23 anni finiti sotto il trattore che stavano guidando. La Flai e la Cgil di Agrigento con i suoi segretari Giuseppe Di Franco e Massimo Raso esprimendo cordoglio ai familiari delle vittime, si interrogano se ancora oggi si deve morire per mancanza di sicurezza sul lavoro e chiedono agli organi di competenza  di svolgere il loro dovere in modo più diffuso e capillare nel settore agricolo affinché ad eventuali evasori della sicurezza vengano applicate sanzioni con estrema severità".

"Siamo convinti - spiegano Di Franco e Raso - che colpire economicamente e con regolarità chi non rispetta le normative sulla sicurezza possa tradursi in un messaggio forte di sensibilizzazione per tutti coloro che continuano a fare i furbi diventando potenziali killer per se stessi e per i propri dipendenti. La Flai e la  Cgil fanno un appello corale affinché i lavoratori, le associazioni di categoria, gli esperti di sicurezza insieme ai sindacati promuovano la diffusione della cultura della prevenzione e della sicurezza nel settore agricolo affinché si possano ridurre il numero degli infortuni sul lavoro"-

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morti sul lavoro, l'appello dei sindacati: "Punire chi non rispetta le regole "

AgrigentoNotizie è in caricamento