menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Gestione di fondi agricoli, scoppia la rissa fra due famiglie: c'è un ferito

La posizione giudiziaria di quattro persone risulta essere ancora al vaglio dei carabinieri

La discussione sarebbe nata per la gestione di alcuni fondi agricoli. Una diatriba ben presto degenerata in rissa: quattro le persone che se le sono date di santa ragione. Uno avrebbe anche riportato la frattura di un braccio. E’ accaduto tutto – secondo quanto è stato già ricostruito dai carabinieri del comando provinciale di Agrigento – in via Piave a Favara. Le posizioni giudiziarie dei quattro esagitati, ieri mattina, risultavano essere ancora al vaglio dei militari dell’Arma della tenenza di Favara.

L’intervento, tempestivo, dei carabinieri ha però evitato il peggio, ossia ha scongiurato che la rissa potesse degenerare ulteriormente. Quando i carabinieri sono giunti in via Piave dei quattro uomini, segnalati alla centrale operativa del 112, non c’era già più alcuna traccia. Ma le indagini, immediate, degli investigatori hanno consentito ben presto di identificarli.

A “scontrarsi” sarebbero stati quattro uomini: due genitori e i loro rispettivi figli. Due nuclei familiari che si sarebbero verosimilmente incontrati per chiarire una diatriba sulla gestione dei fondi agricoli. Il sessantenne, in compagnia del figlio trentacinquenne, e il cinquantottenne assieme al figlio diciassettenne sarebbero però ben presto venuti alle mani. Ad un certo punto è partita la segnalazione: qualcuno ha avvisato i carabinieri del violento alterco che era in corso. Due le pattuglie dei militari dell’Arma della tenenza di Favara che sono immediatamente sopraggiunte. Dei quattro, però, appunto, non c’era più alcuna traccia. Ma le indagini hanno consentito ai carabinieri di fare subito chiarezza e di dare una identità precisa ai quattro. Le loro posizioni giudiziarie, ieri, erano, appunto, al vaglio degli investigatori che non escludevano che potesse essere formalizzata una denuncia, in stato di libertà, alla Procura della Repubblica di Agrigento.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La provincia sempre più digitale, rilasciate 100 mila identità Spid

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento