rotate-mobile
Domenica, 23 Giugno 2024
L'intimidazione / Favara

Busta con minacce e un proiettile per collaboratore scolastico: aperta un'inchiesta sull'intimidazione

A presentarsi dai carabinieri, per formalizzare una denuncia a carico di ignoti, è stato il quarantacinquenne che ha consegnato l'inquietante messaggio recapitatogli

Una busta gialla con all’interno un biglietto di minacce e un proiettile calibro 7,65 sono stati ritrovati, sul parabrezza della sua Ford Fiesta, da un collaboratore scolastico di 45 anni. Un’intimidazione – l’ennesima che viene a registrarsi nell’Agrigentino, in danno di imprenditori, commercianti e politici – che, almeno in questo caso, potrebbe essere riconducibile a problemi e dissidi di natura familiare. Ma spetterà ai carabinieri stabilire cosa abbia effettivamente innescato le minacce, ma soprattutto da chi arrivino.

A presentarsi alla tenenza dell’Arma di Favara, per formalizzare una denuncia a carico di ignoti, è stato lo stesso quarantacinquenne favarese che, nella vita, è impiegato come collaboratore scolastico in uno dei Comuni del circondario. L’inquietante messaggio intimidatorio – composto, appunto, da una busta gialla per corrispondenza con all’interno un foglio di carta bianco che riportava una frase di minaccia e il proiettile da carabina calibro 7,65 – è stato, naturalmente, posto sotto sequestro. I militari dell’Arma hanno, sia sentendo il bersaglio delle minacce che questuando la missiva, avviato le indagini per provare ad identificare l’autore del misterioso invio. L’area dove la vettura del collaboratore scolastico era stata lasciata parcheggiata e dove, sul parabrezza, è stato ritrovato il messaggio intimidatorio, non è risultata essere “coperta” da telecamere di videosorveglianza. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Busta con minacce e un proiettile per collaboratore scolastico: aperta un'inchiesta sull'intimidazione

AgrigentoNotizie è in caricamento