rotate-mobile
Lunedì, 23 Maggio 2022
Cronaca

Errate cure e tiroidectomia, Asp condannata a pagare: ma l'ex paziente ricorre in appello

La donna chiede complessivi 366.320 euro, decurtato l’importo già liquidato di primo grado

Chiedeva 454.341 euro di risarcimento danni “per responsabilità da colpa medica conseguenziale alle ritenute errate cure prestate dai sanitari del reparto di Chirurgia generale del presidio ospedaliero di Canicattì durante la degenza avvenuta fra il 5 e il 7 ottobre del 2019, quando si è sottoposta a tiroidectomia”. Nel giugno dello scorso anno, il tribunale di Agrigento, accertando e dichiarando l’esclusiva responsabilità dell’azienda sanitaria nella causazione dei danni patiti dalla donna, ha condannato l’Asp al pagamento di complessivi 88.020,71 euro per il risarcimento danno, oltre a spese di giudizio quantificate in 8.586 euro. Soldi verosimilmente non ritenuti sufficienti dall’ormai ex paziente del “Barone Lombardo” di Canicattì che ha citato l’Asp davanti la Corte di appello di Palermo per ottenere la parziale riforma della sentenza del tribunale di Agrigento, anche previa rinnovazione della Ctu. Di fatto, la donna chiede complessivi 366.320 euro, decurtato l’importo già liquidato di primo grado.

Un risarcimento che viene chiesto a titolo di danno biologico permanente, biologico temporaneo e rimborso spese mediche e di viaggio. L’azienda sanitaria provinciale di Agrigento ha deciso di costituirsi in giudizio per sostenerla correttezza del suo operato e ottenere il rigetto delle pretese formulate in grado di appello. Ma ha dato anche mandato di procedere ad eventuale proposta di appello incidentale. L’incarico di difesa e rappresentanza dell’ente è stato affidato al dirigente avvocato in servizio all’Uoc Servizio legale: Antonino Noto. L’atto di nomina è stato munito della clausola di immediata esecutività vista l’urgenza connessa alla necessità di formalizzare la costituzione in giudizio nei termini.

L’udienza è stata fissata, davanti la Corte d’appello di Palermo appunto, per il prossimo 28 marzo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Errate cure e tiroidectomia, Asp condannata a pagare: ma l'ex paziente ricorre in appello

AgrigentoNotizie è in caricamento