rotate-mobile
Domenica, 29 Gennaio 2023
Cronaca

Niente veglione di San Silvestro in piazza, Miccichè: “Ci riproveremo l’anno prossimo, impossibile garantire il distanziamento”

Il Covid blocca ancora una volta il concerto di Capodanno dopo la mezzanotte. Si potrà andare solo nei locali che dovranno comunque chiudere alle 3, salvo ulteriori “strette” se i contagi dovessero aumentare. Picarella: "Non è l'orario a fare la differenza, ma il nostro comportamento"

Per il tradizionale concerto di Capodanno in piazza bisognerà ancora aspettare, almeno altri 12 mesi con la speranza che il 31 dicembre del 2022 possa segnare il ritorno alla normalità dopo ben 3 anni di silenzio. È questa la decisione, inevitabile, del sindaco di Agrigento che non ha predisposto alcun evento musicale per quella che dovrebbe essere la notte più lunga e spensierata dell’anno.

“Sarebbe davvero impossibile - ha detto - garantire il distanziamento e tutte le norme di sicurezza imposte dalla pandemia che ancora non molla la presa. Ci riproveremo l’anno prossimo e nel frattempo ci auguriamo che la situazione non peggiori ulteriormente da qui ai prossimi 20 giorni”.

Rimane comunque la possibilità di andare nei locali notturni, ma senza fare l’alba.

“Non abbiamo ancora preso in considerazione - ha dichiarato l’assessore al turismo Francesco Picarella - di modificare l’ordinanza attualmente in vigore che impone la chiusura dei locali alle 3. Ci auguriamo che non si presenti la necessità di inasprirla all’ultimo momento. Attualmente la situazione sul fronte contagi non è così preoccupante da farci pensare alla possibilità di limitare ulteriormente la movida per la notte di Capodanno. 

Ma non è certo l’orario di chiusura a fare la differenza. Anzi, se la situazione rimarrà comunque gestibile, si potrebbe addirittura considerare un piccolo margine di tolleranza. 

Ma, al contrario, a fare una grande differenza è il nostro comportamento: quello sì che è fondamentale. Dobbiamo rispettare le regole di distanziamento, indossare la mascherina anche all’aperto e vaccinarci”.

Intanto il numero dei contagi nelle ultime 24 ore è vertiginosamente salito anche a causa della positività di alunni e personale scolastico dell’istituto comprensivo “Rita Levi Montalcini”. Ma il sindaco vuole immediatamente correre ai ripari: “Mi è giunta voce - ha aggiunto - che alcuni genitori, pur avendo i bambini contagiati in casa, escono regolarmente. Se ciò fosse vero, sarebbe un fatto di estrema gravità. Per questo motivo, nella giornata dell’Immacolata, darò incarico ai vigili urbani di effettuare un servizio di controllo per verificare se i genitori degli alunni risultati positivi al Covid stiano effettivamente in casa con i loro figli”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Niente veglione di San Silvestro in piazza, Miccichè: “Ci riproveremo l’anno prossimo, impossibile garantire il distanziamento”

AgrigentoNotizie è in caricamento