menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
foto ARCHIVIO

foto ARCHIVIO

Fra esiti dubbi e tamponi da rifare arriva una conferma: contagiata da Covid-19 anche una 30enne

Il sindaco Stefano Castellino: "E' stato appurato che il risultato del test che mi avevano comunicato ieri è negativo e non positivo. I casi restano però 4 perché è risultata infetta una giovane che è riconducibile sempre al primo focolaio"

Una trentenne, riconducibile al primo focolaio di Covid-19 a Palma di Montechiaro, è risultata essere positiva al tampone rino-faringeo. I casi, a Palma, restano però - per fortuna - quattro. E questo perché l'esito di un tampone, comunicato ieri sera come positivo al sindaco Stefano Castellino, in realtà è negativo. Quindi l'infermiera in servizio all'ospedale San Giovanni di Dio di Agrigento non è infetta da Coronavirus. A fare chiarezza, negli ultimi minuti, è stato proprio il sindaco Castellino: "E' stato appurato, mi è stato detto, che l'esito del tampone che mi avevano comunicato ieri è negativo e non positivo. I casi restano però 4 perché è risultata essere positiva una trentenne che è riconducibile sempre al primo focolaio d'infezione".

In crescita i casi di Covid-19: +11 nel giro di poche ore, l'Agrigentino è a quota 86 

Ma a Palma di Montechiaro si registrano anche dei casi dubbi. Due infatti i tamponi che dovranno essere ripetuti: uno - il cui esito è arrivato nelle ultime ore - di una mamma di famiglia, anche lei riconducibile al primo focolaio, e uno di un anziano che era stato prima ricoverato e poi dimesso. 

Pre-triage, primo intervento e degenza: ecco come l'Asp ha "disegnato" il Covid hospital di Agrigento

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

"Belt and Road Exibition 2021”, Agrigento presente alla fiera on line

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento