menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
FOTO ARCHIVIO

FOTO ARCHIVIO

Un'altra notte di fuoco a Canicattì, distrutte due auto: ipotesi attentato

Bruciano una Renault Scenic di proprietà di un'insegnante e un Suv Mercedes di un imprenditore agricolo

Ancora incendi di autovetture, che si aggiungono ai precedenti di chiara origine dolosa, su cui comunque sono in corso accertamenti tecnici da parte dei vigili del fuoco intervenuti sul posto per spegnere i roghi e da parte delle forze dell'ordine che hanno sentito i rispettivi proprietari. E' avvenuto a Canicattì. Lo scrive oggi il Giornale di Sicilia.

Gli incendi ancora una volta nel cuore della notte. Diverse ore dopo l'avvenuta sosta notturna dei mezzi nei pressi di casa dei rispettivi proprietari. In ordine di tempo il primo incendio, su cui sono in corso indagini da parte della polizia, in via Giuseppe Gugino vicino la chiesa S. Chiara. L'auto, una Renault Scenic, era di proprietà di una insegnante. È andata del tutto distrutta. Sono rimaste solo le lamiere ancora fumanti nonostante il tempestivo intervento dei vigili del fuoco. L'altro rogo da tutt'altra parte della città. In via Martiri della libertà una strada a ridosso della via Vittorio Emanuele che consente l'accesso a Canicattì dal lato di Caltanissetta. Qui ad essere seriamente danneggiato un Suv Mercedes di proprietà di un imprenditore agricolo che commercializza i prodotti della sua azienda e quelli acquistati presso terzi. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento