rotate-mobile
Indagini / Racalmuto

Benzina nella griglia di aerazione: principio di incendio dell'auto di una casalinga

Non è escluso, ma non ci sono certezze al riguardo, che anche quest’autovettura sia andata distrutta quando, nella notte fra martedì e mercoledì, è scoppiato – fra piazza Barona, via Spina e corso Garibaldi – l’inferno

Hanno versato liquido infiammabile nella griglia di aerazione, adiacente al parabrezza, della Fiat Cinquecento e hanno appiccato il fuoco. Dopo la notte d’inferno – con 4 autovetture distrutte a Racalmuto e due a Grotte – si è registrato un nuovo, inquietante, episodio. E sul cofano della macchina della casalinga quarantenne è stata rinvenuta, e sequestrata, una bottiglia di plastica con tracce di liquido infiammabile, verosimilmente benzina. A denunciare tutto alla caserma dei carabinieri di Racalmuto è stato il marito della donna: un bracciante agricolo di 43 anni. L’incendio, almeno questa volta e per fortuna, non c’è stato: si è danneggiata, infatti, soltanto la griglia di aerazione. Il danno è stato quantificato in circa 100 euro. E non è coperto da polizza assicurativa. Tutto sarebbe avvenuto fra le ore 21 di domenica e le 19,30 di mercoledì.  

L'incendio di sei auto fra Racalmuto e Grotte, l'inchiesta: fuoco appiccato con identiche modalità

I militari dell’Arma della stazione, coordinati dal comando compagnia di Canicattì, hanno avviato le indagini. Non è escluso, ma non ci sono certezze al riguardo, che anche quest’autovettura dovesse essere incendiata quando, nella notte fra martedì e mercoledì, è scoppiato – fra piazza Barona, via Spina e corso Garibaldi – l’inferno. Spetterà, naturalmente, ai carabinieri – che stanno già indagando sugli altri episodi – stabilire se anche questo tentativo di incendio sia da correlare o meno agli altri.

Notte d'inferno in tre diversi punti di Racalmuto e a Grotte: distrutte dal fuoco sei auto

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Benzina nella griglia di aerazione: principio di incendio dell'auto di una casalinga

AgrigentoNotizie è in caricamento