rotate-mobile
Domenica, 26 Maggio 2024
Le investigazioni / Racalmuto

L'incendio di sei auto fra Racalmuto e Grotte, l'inchiesta: fuoco appiccato con identiche modalità

In tutte e sei le vetture, incenerite dalle fiamme, il liquido infiammabile è stato versato nello stesso punto. Non si esclude - i carabinieri sono ancora naturalmente al lavoro - che possa trattarsi del gesto di uno sconsiderato

Nessun dubbio, non per i carabinieri di Racalmuto e Grotte, né per quelli della compagnia di Canicattì. Gli incendi auto di stanotte, registratisi a partire da mezzanotte e dieci minuti, - quattro nel primo Comune e due nel secondo - sono di origine dolosa. E sono stati appiccati tutti con la stessa, identica, modalità: il liquido infiammabile è stato versato nello stesso punto. E' possibile che l'autore della notte d'inferno sia soltanto una persona, ma non viene escluso - non al momento - che possano aver agito più persone assieme, utilizzando appunto sempre lo stesso modus operandi. 

Notte d'inferno in tre diversi punti di Racalmuto e a Grotte: distrutte dal fuoco sei auto

I proprietari dell'autovetture, distrutte da fiamme spaventose, sono tutte incensurate o con pregiudizi irrilevanti. Racalmutesi che fra loro non hanno nessun collegamento, così come anche i grottesi. 

Non si esclude - i carabinieri di Racalmuto e Grotte, coordinati dal comando compagnia di Canicattì, sono ancora naturalmente al lavoro - che possa trattarsi del gesto di uno sconsiderato. I militari dell'Arma - per non lasciare nulla al caso - hanno focalizzato l'attenzione anche sui tanti emigrati che sono tornati in occasione della Pasqua. 

Notte di fuoco a Racalmuto e Grotte: bruciano 6 auto

 

Gli abitanti dei due paesi - realtà dove tutti più o meno si conoscono - già dall'alba sono increduli e sconcertati. Tanto a Racalmuto quanto a Grotte, gli automobilisti di passaggio - fra piazza Barona, via Spina e corso Garibaldi e in via Madonna delle Grazie - rallentano, osservano lo scempio, scuotono la testa e riprendono la marcia. Soltanto alcuni, intravedendo dei conoscenti, provano ad informarsi: "Di cu era sta machina?"

In via Spina, a Racalmuto, le fiamme hanno danneggiato i cavi della corrente. Dell'auto andata a fuoco, nessuna traccia: era stata già portata via. Ma, stamani, la viuzza del centro storico, era chiusa in entrambi i sensi di marcia per consentire agli operai dell'Enel di ripristinare i collegamenti, restituendo la luce a chi aveva subito il blackout. Anneriti i prospetti e inceneriti gli infissi delle abitazioni di via Spina, a Racalmuto, e di via Madonna delle Grazie, a Grotte, dove due delle sei autovetture erano state lasciate parcheggiate. 

A Grotte, i falò di auto sono stati appiccati a circa 40 - 50 metri di distanza l'uno dall'altro. A Racalmuto, una delle auto era posteggiata in via Baronessa Tulumello che, insieme a via Cavour, sono la perpendicolare di corso Garibaldi, all'altezza della chiesa di San Pasquale. Il proprietario, stando a quanto si racconta fra i racalmutesi ben informati, temendo il peggio, ossia che l'incendio coinvolgesse altri mezzi che erano parcheggiati lungo la stressa via, s'è messo al volante della macchina e l'ha guidata fino a piazza Barona dove, di fatto, è stata abbandonata e divorata dalle fiamme. 

Incredulità, sconcerto e rabbia predominano, in queste ore, i sentimenti di racalmutesi e grottesi. Incredulità, sconcerto e rabbia che vengono anche espressi con voce unanime: "E' diventato ormai uno schifo!", "Non si può stare tranquilli", "Speriamo che questo bast... venga individuato e finisca in galera". Altri, la maggior parte, osservano, scuotono la testa e vanno via.

Le auto andate a fuoco a Racalmuto sono state: una Alfa Romeo 147 di proprietà di un cinquantenne; una Ford Fiesta intestata ad una sessantunenne; una Lancia Musa di proprietà di un trentacinquenne e una Fiat Cinquecento X intestata ad una donna di 47 anni. Quelle incenerite a Grotte invece sono una Fiat Punto di proprietà di un trentunenne e una Renault Megane intestata ad una cinquantacinquenne.     

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'incendio di sei auto fra Racalmuto e Grotte, l'inchiesta: fuoco appiccato con identiche modalità

AgrigentoNotizie è in caricamento