rotate-mobile
Venerdì, 27 Gennaio 2023
I particolari

Il piccolo piangeva e faceva i capricci, la madre lo prendeva a schiaffi e pedate bruciandolo con la sigaretta

La donna, una 30enne straniera, è indagata dalla Procura, insieme al compagno coetaneo, per maltrattamenti e lesioni gravi. Il bambino è finito in gravi condizioni all’ospedale di Catania

Avrebbe ripetutamente picchiato, con schiaffi e pedate il figlio di soli 4 anni, un bambino che per i traumi riportati è finito in gravi condizioni all’ospedale “Garibaldi-Nesima” di Catania. Tutto questo perché piangeva e faceva i capricci: sarebbe stato questo il motivo che avrebbe indotto la madre, una 30enne straniera, a picchiarlo ripetutamente provocandogli anche delle bruciature con la sigaretta.

Bimbo di 4 anni massacrato a botte e ustionato con le sigarette dalla madre e dal compagno: chiusa l'indagine

La donna è indagata dalla Procura di Agrigento insieme al compagno, anche lui 30enne, per maltrattamenti e lesioni gravi. Entrambi sono disoccupati e vivono in un contesto sociale degradato. Avrebbero così sfogato le loro frustrazioni, con violenza, prendendosela con il piccolo.

Le indagini hanno preso il via nei primi mesi del 2022 e se ne è occupata la Squadra mobile di Agrigento dopo che è arrivata la segnalazione dell’ospedale catanese dove il minore, per le gravi condizioni in cui versava, era stato trasportato d’urgenza. Il bambino per fortuna è sopravvissuto e la Procura di Agrigento, d'intesa con quella dei minori, ha sistemato il bambino, in via precauzionale, in un’apposita struttura.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il piccolo piangeva e faceva i capricci, la madre lo prendeva a schiaffi e pedate bruciandolo con la sigaretta

AgrigentoNotizie è in caricamento