Domenica, 16 Maggio 2021
Sciacca

Sono indietro di due mensilità, netturbini incroceranno le braccia per due giorni

Nonostante il giudice abbia sbloccato 80 mila euro del Comune che sono stati trasferiti alla società che, a sua volta, ha avviato l’iter per il pagamento di una mensilità arretrata, i lavoratori hanno confermato lo sciopero

Sciacca rischia di ritrovarsi sommersa dai rifiuti

Domani e dopodomani incroceranno le braccia. Sono i lavoratori della Sogeir che hanno confermato lo sciopero di due giorni. Al termine della prima fase del Carnevale di Sciacca l’immondizia rimarrà, dunque, nei cassonetti. Gli operatori ecologici hanno deciso di confermare lo sciopero perché devono ancora riscuotere due mensilità: quelle di dicembre 2016 e gennaio 2017.

Nonostante il giudice del tribunale di Sciacca abbia sbloccato 80 mila euro del Comune che sono stati trasferiti alla società che, a sua volta, ha avviato l’iter per il pagamento di una mensilità arretrata, quella di dicembre 2016, i lavoratori, riuniti in assemblea, hanno deciso di confermare lo sciopero. “Si fermeranno anche quelli degli altri Comuni dell’Ato – dice Enzo Iacono, della Funzione pubblica Cgil – perché bisognava trovare una soluzione per tutti, che sono 180, e non soltanto per i 48 di Sciacca”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sono indietro di due mensilità, netturbini incroceranno le braccia per due giorni

AgrigentoNotizie è in caricamento