Domenica, 16 Maggio 2021
Riccardo Gallo
Sciacca

Sciacca, Forza Italia avvia la campagna per il "No" al referendum

Il senatore Scoma ed il deputato Gallo hanno incontrato i simpatizzanti

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

Il senatore di Forza Italia Francesco Scoma e il deputato nazionale di Forza Italia Riccardo Gallo hanno incontrato gli amici di Sciacca in occasione, tra l’altro,  dell’avvio della campagna per il no al referendum costituzionale sostenuto da Forza Italia e per rilanciare l’ impegno politico con l’approssimarsi della stagione autunnale.  Sono intervenuti, tra gli altri, numerosi attuali ed ex amministratori, oltre esponenti di partito, tra Silvio Cuffaro sindaco di Raffadali, ex amministratori provinciali come Mario Lazzano e  Nicola Testone, Maria Antonietta Testone assessore in carica a Sciacca,  Filippo Caci, Silvio Caracappa vice sindaco di Sciacca, Vittorio Di Natale e Antonio Casciaro ai vertici del consiglio comunale di Sciacca, e Giuseppe Vinci dell’ ufficio di presidenza del Consiglio comunale di Campobello di Licata.   Il senatore Scoma, in particolare sul referendum, ha affermato : “Al più presto lanceremo i Comitati per il no al referendum anche nella provincia agrigentina, composti sia da persone della società civile che da esponenti di partito.  Siamo convinti che il referendum sia stato proposto male all'opinione pubblica sia dal punto di vista formale che sostanziale. Non si può fare un mix tra riforma costituzionale e quella elettorale. Non si può porre ai cittadini un quesito unico su una normativa disomogenea che tra l'altro genera confusione sia per la costituzione del nuovo Senato che delle sue competenze. Ad oggi il no è al 52% ed il sì al 48% e la forbice tende a salire verso il no. Noi vinceremo questa battaglia referendaria e manderemo a casa Renzi, non perchè sarà sconfitto, ma perchè ha governato male l'Italia. Il 90% dei costituzionalisti del nostro Paese sono contrari a questa Riforma perché  divide anziché unire. I comitati si occuperanno a livello territoriale di fornire le dovute informazioni a tutti i cittadini. Dobbiamo lavorare affinchè questa barbarie nei confronti della nostra Costituzione non sia compiuta, anche perché non vi sarà nessun risparmio e nessuna miglioria sulla nostra forma di Stato”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sciacca, Forza Italia avvia la campagna per il "No" al referendum

AgrigentoNotizie è in caricamento