LicataNotizie

Ribadito il "no" alle passeggiate, Galanti: "La lotta contro il Coronavirus non è finita"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

A scanso di equivoci e di amare conseguenze a carico dei contravventori, il Sindaco Giuseppe Galanti, interviene per fare chiarezza precisando che la circolare del ministero dell’Interno con la quale è consentita una breve passeggiata nelle vicinanze di casa tra un genitore e i bambini in Sicilia, a seguito di preciso provvedimento del Governatore della Regione, Nello Musumeci, non è applicabile, lasciando, quindi invariata, la propria ordinanza con la quale vieta anche le attività sportive all’aperto. L’ordinanza
del Presidente della Regione in questione, è la numero 6 del 2020.

"Per essere ancora più espliciti – afferma il Sindaco – ricordo che la norma prevede l’autorizzazione ad uscire di casa soltanto per gli acquisti essenziali, limitati ad una sola volta al giorno e ad un solo componente del nucleo familiare, ad eccezione di quelle per i farmaci; è vietata, inoltre, la pratica di ogni attività motoria e sportiva all’aperto, anche in forma individuale, Da ciò, il rinnovo del
mio invito a rimanere a casa, se non nei casi previsti dalle leggi in vigore. La battaglia contro il coronavirus non è ancora finita, così come ci sbaglieremmo a pensare che il peggio è passato; la fretta potrebbe vanificare gli sforzi sin qui fatti, e questa è una cosa che dobbiamo assolutamente evitare per il bene di tutti. Facendo anche mie le parole del Presidente Musumeci, concludo, aggiungendo che noi ci salviamo riuscendo a contenere la diffusione del virus soltanto se saremo rigorosi nel rispettare le leggi
con noi stessi e con chi le disattende".

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento