rotate-mobile
Canicatti Canicattì

Slitta l'approvazione del Prg, occorre "eliminare" il richiamo al porto

La seduta del Consiglio era stata convocata, per lunedì, nel tentativo di scongiurare l’intervento sostitutivo del commissario ad acta nominato dalla Regione Siciliana

Slitta, a Canicattì, l'approvazione del Prg. La seduta del Consiglio era stata convocata, per lunedì, nel tentativo di scongiurare l’intervento sostitutivo del commissario ad acta nominato dalla Regione Siciliana, il dirigente regionale Donatello Messina. 

Ci sono incongruenze non facilmente superabili. “Le direttive generali per la revisione del P.R.G. sono copiate da quelle del Comune di Alcamo – ha detto, al Giornale di Sicilia, la posizione organizzativa Paolo Adamo - ed il commissario pur riconoscendolo non ha voluto retrocedere di un millimetro facendoci arrivare in Consiglio con uno strumento che non mi sento di caldeggiare, né condividere”.

Se ne riparlerà il prossimo 28 settembre. Da rimuovere, però, prima di tutto, il richiamo al punto “porti” che Canicattì non ha mai avuto così come il rischio elevato di terremoti o quello di dissesto idrogeologico. Lima e scalpello per uniformare lo spirito delle linee guida alle esigenze della città, alle aspettative della gente e soprattutto alle risorse disponibili.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Slitta l'approvazione del Prg, occorre "eliminare" il richiamo al porto

AgrigentoNotizie è in caricamento