menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Marco Vinci

Marco Vinci

"Merito civile" a Marco Vinci, i legali di Lodato insorgono contro il sindaco

Si accendono le polemiche a Canicattì, dopo che il sindaco Ettore Di Ventura ha deciso di conferire un riconoscimento alla memoria del giovane ucciso

Si accendono le polemiche a Canicattì, dopo che il sindaco Ettore Di Ventura ha deciso di conferire un riconoscimento al merito civile alla memoria di Marco Vinci, il giovane canicattinese che ha pagato con la propria vita l'intervento di difesa di una donna nella notte fra il 17 e il 18 giugno scorso.

La giunta ha detto "sì" al riconoscimento

Il collegio difensivo di Daniele Lodato, l'operaio reo dell'omicidio di Marco Vinci, minaccia querele e dissente con il sindaco con la sua giunta. L'avvocato Luisa Di Fede ha manifestato al sindaco "l'inopportunità della deliberazione adottata dalla giunta, che è composta anche da due avvocati, con la quale si decide di sostenere la proposta, senza tenere conto che la ricostruzione dei fatti non è stata acclarata, che le indagini preliminari sono in corso e coperte da segreto e che non c'è stata una sentenza". Per Di Fede "i processi si fanno in aula".

Marco Vinci morì in seguito a una coltellata al cuore sferratagli da Lodato, con cui aveva avuto un alterco per via di una ragazza. Secondo gli amici della vittima, Vinci avrebbe difeso la ragazza. Per l'avvocato, Lodato si sarebbe difeso da un'aggressione dopo essere stato malmenato dalla vittima e dai suoi amici. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento