menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
(foto ARCHIVIO)

(foto ARCHIVIO)

L'area di contrada Calandra ancora sotto sequestro: si complica la gestione dei rifiuti

Sono trascorsi oltre sei mesi dai sigilli e ad oggi non ci sono notizie di una proroga delle indagini

Il Comune di Canicattì non ha ancora chiesto il dissequestro dell'area di contrada Calandra adibita al trattamento e stazionamento dei rifiuti differenziati da avviare in discarica. A rilevarlo è stamattina il Giornale di Sicilia. Il sequestro risale ad oltre sei mesi fa, rileva il quotidiano palermitano e ad oggi non esiste traccia di una proroga delle indagini.

Questo comporterebbe la possibilità che l'area (ma soprattutto le infrastrutture lì presenti), possa essere chiesta indietro ed avere una propria funzione nella gestione dei rifiuti, che con l'avvio della raccolta differenziata si sta rivelando particolarmente difficoltosa, 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento