Lunedì, 17 Maggio 2021
Sport Campo sportivo / Via Esseneto

Il Foggia vince di misura ma l'Akragas non si piega: 0-1

Pali, traverse e rigore negato, l'Akragas ha tanto da recriminare. La corazzata Foggia ha subito le incursioni di Zibert e compagni, nel finale sono saltati gli schemi, l'Akragas ha dato il tutto per tutto

Urban Zibert

L'Akragas non conosce vittoria allo stadio "Esseneto". Nuovo ko per i biancazzurri, a passare è la corazzata Foggia. Il gol della sconfitta arriva nei minuti finali - al 39' del secondo tempo - con un mischione dei pugliesi che sbloccano con Sarno, in posizione più che dubbia. La squadra di Nicola Legrottaglie gioca la sua miglior partita casalinga, ma tutto questo non basta perchè i biancazzurri vedono portarsi via tte punti fondamentali. 

 Riavvolgendo il nastro della partita è l'Akragas a partire forte. Al nono del primo tempo i biancazzurri di Legrottaglie recriminano un calcio di rigore: mano larga di un difensore del Foggia  l'arbitro lascia correre, ma ammonisce Sabatino per protesta. L'Akragas ci crede, Zibert crea ed ispira Roghi, ma per il numero sette biancazzurro è solo palo interno. 

L'Akragas cresce e il Foggia sta a guardare, Leonetti viene favorito da un rimpallo prova la botta ma ad aspettarlo c'è solo traversa. Ad inizio ripresa è il Foggia a provarci: Iammello tenta la botta dalla distanza ma Vono neutralizza la presa. Alla mezz'ora tra i piedi di Savanarola c'è la palla del possibile vantaggio: contropiede dell'Akragas, ma il numero dieci biancazzurro "spara" alto. 

Il Foggia alza il proprio baricentro, rimettendosi in partita, Capuano in difesa chiude le porte e Zibert fa reparto da solo. L'Akragas difende a testa alta. Legrottaglie si gioca la carta Matteo Di Piazza. L'ex Savoia appena entrato in campo, palla al piede non guarda i compagni e lascia partire un pallone inutile. In campo dal 40' anche Madonia. Il Foggia con pazienza fa girare palla e nel finale trova un gol rocambolesco. Mischione selvaggio davanti la porta difesa da Vono, allo scadere Sarno mette il piede e fissa il punteggio: 0-1. 

L'Akragas non cred ai propri occhi, ma non concede centimetri agli avversari. Nei minuti di recupero saltano gli schemi, ed i biancazzurri ci provano. Matteo Di Piazza commette una sciocchezza: proteste per un fuorigioco e l'arbitro non ci pensa due volte ed estrae il cartellino rosso. Triplice fischio finale e una sconfitta che sta stretta ai biancazzurri, eroici in alcune circostanze di gara. L'Akragas esce dallo stadio "Esseneto" tra gli applausi. Per la squadra di Nicola Legrottaglie il prossimo impegno si chiama Messina. 

TABELLINO

Akragas: Vono, Salandria, Sabatino, Mauri, Marino, Capuano, Roghi (40' st), Zibert, Cristaldi (27' Di Piazza), Savanarola, Leonetti.

A disposizione: Maurantonio, Di Piazza, Fiore, Madonia, Greco, Lo Monaco, Leone, Alfano.

Foggia: Narciso, De Almeida, Di Chiara, Agnelli, Lo Iacono, Gigliotti (35' st Gioiosa), Gerbo, Coletti, (12' st Riverola), Iemmello,  Sarno, Sains-Maza (13' Viola).

Micale, De Gioisa, D'Allocco, Sicurella. Lodesani, Adamo, Riverola, Viola, Agostinone, Tarolli.
Ammoniti: Sabatino (A), Agnelli (F), Gioiosa (F), Gerbo (F).

Espulsi: Dalla panchina Fiore (A), Di Piazza (A)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Foggia vince di misura ma l'Akragas non si piega: 0-1

AgrigentoNotizie è in caricamento