Sport

Un punto, solo uno e poi...sarà LegaPro: Akragas ci sei quasi

L'Akragas ha battuto i giovani dell'Orlandina, conquistando tre punti che alla vigilia erano certi. Adesso per la LegaPro serve una prova di carattere contro l'Hinterreggio, ma anche quel punto che tutti sognano di notte

La gente che ieri è uscita dallo stadio "Esseneto", stava con un dito alzato; quasi davvero a ripetersi: "Manca un punto, uno solo e sarà LegaPro".

L'Akragas ha battuto i giovani dell'Orlandina, conquistando tre punti che già alla vigilia erano certi. Adesso per la LegaPro serve una prova di carattere contro l'Hinterreggio, ma anche quel punto che tutti sognano di notte.

L'Akragas è padrona del proprio destino. Dopo la rimonta fatta al Torrecuso, Feola ha predicato calma umiltà. I biancazzurri hanno scacciato via la crisi, regalandola con poca delicatezza in casa dei campani. Si, perchè il Torrecuso prima del sorpasso biancazzurro era una macchina da guerra, vittorie su vittorie e una leadership che l'Akragas avrebbe voluto.

Detto fatto, la società cambia allenatore: via Betta per Feola, il "condottiero" campano che mette in crisi un club campano. Sì, perchè Feola ha rimontato e superato il Torrecuso, dando vita - forse - a una crisi societaria. L'Akragas è scappata via e il Torrecuso ha perso tutte le certezze; a farsi sotto ci ha pensato il Rende e neanche a dirlo l'Agropoli di Pino Rigoli. 

"Mi hanno chiesto la promozione, eccola qui". E' questo il messaggio dell'ex Savoia, che con coraggio e idee ha fatto risalire la china all'Akragas. Adesso manca un punto e poi...sarà LegaPro. Il professionismo sbarca ad Agrigento, il bel calcio torna a riempire - si spera - lo stadio "Esseneto".  I tifosi biancazzurri iniziano a colorare Agrigento perchè quel punto, adesso, si può e si deve conquistare.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un punto, solo uno e poi...sarà LegaPro: Akragas ci sei quasi

AgrigentoNotizie è in caricamento