Sport

Akragas-Sorrento, le pagelle: "chapeau" per Catania, Feola "guida" bene

Vincenzo Feola, voto 8. Il migliore "in campo". Quando tutti si aspettavano l'ingresso di Risolo, ecco che Feola lancia dentro Dezai. Il ko di Trofo non lo scoraggia, non rinuncia alla sua fase offensiva arretrando Catania

L'Akragas sbanca lo stadio "Esseneto", battendo il Sorrento con il risultato di quattro a zero. Buona la prestazione degli undici biancazzurri che non hanno mai corso rischi.

LE PAGELLE

Riccardo D'Alessandro, voto 6. Quasi mai impegnato il portiere dell'Akragas. NeI pochi palloni che gli arrivano, lui riesce a mostrare sicurezza. Bravo.

Ciccio Vindigni, voto 6,5. Dalle sue parti non si passa, buon lavoro del "Ciccio biancazzurro" che stoppa tutte le incursioni del Sorrento.

Agatino Chiavaro, voto 6,5. Vederlo stremato nei minuti finali fa capire che Aga ha dato il tutto per tutto. Palla al piede nel secondo tempo rischia di fare un gol da cineteca: partito dalla difesa, si beve il centrocampo del Sorrento e tira una "sassata" maledetta, che lambisce il palo. Bene capitano. 

Piero Dentice, voto 6. Nel primo tempo Baiocco gli urla addosso, qualche sbavatura ma sicuramente meglio nella seconda parte di gara. 

Riccardo Pellegrino, voto 6,5. Bravo. La maglia dell'Akragas pesa tantissimo, ma il giovane di Misilmeri non stecca. In anticipo quasi sempre, Riccardo si prende gli applausi.

Davide Baiocco, voto 7. Mister Feola in sala stampa ha ammesso che il "giovane" Davide ha recuperato da uno stiramento di quattro centimetri. Stiramento? Baiocco ci corre su, mettendo sul prato dello stadio "Esseneto" la solita e prestazione. Assist e applausi per l'ex Juve. Monumentale.

Emanuele Catania, voto 7,5. Siamo davanti a un professionista. Feola lo schiera al centrocampo, facendo anche in certe occasione il difensore aggiunto.  Il suo gol è una perla rara da custodire gelosamente: sombrero al portiere e via in rete. Top player.

Pippo Tiscione, voto 6,5. Quanto corre super Pippo? Ha cercato il gol più dei suoi scarpini. Dribbling e giocate, l'Akragas ha un fuoriclasse.

Beppe Savanarola, voto 7. Stagione 2014/15 la consaCrazione di Beppe. Il numero dieci dell'Akragas sta vivendo un buon periodo, giocate e gol sono all'ordine del giorno. Lo schiaffetto che gli rifila il difensore del Sorrento ha tenuto tutti col fiato sospeso, ma Beppe ha imparato la lezione: respiro profondo e testa alla partita. Maturo.

Beppe Meloni, voto 6,5. Quanto si sacrifica il bomber? Meloni fa a sportellate con tutti, cerca e trova il gol: la sua esultanza è un mix di rabbia e liberazione.

Dezai, voto 7. Uno dei migliori dell'Akragas. L'impatto con il match è devastante, "Lillo" come lo chiamano i suoi tifosi trova subito il gol che sblocca la partita, mettendola nel binario giusto. Il suo zampino è in tutte le azioni decisive.

Emanuele Trofo, voto 6,5: Aveva già iniziato a mordere le caviglie degli avversari, il buon "Ringhio" però si è dovuto arrendere a partita in corso, causa infortunio. E' uscito tra gli applausi, uno dei biondi dell'Akragas.

Nicola Arena, voto 6. Feola lo fa entrare sul due a zero e lui si ritaglia il suo spazio. Prova a impensierire il portiere avversario con un tiro da fuori e per poco non trova il gol. 

Vittorio Terminiello voto positivo: Entra al posto di Pellegrino e segue le azioni con attenzione, è uno dei sacrificati perchè da quella parte De Rossi è intoccabile.

Vincenzo Feola, voto 8. Il migliore "in campo". Quando tutti si aspettavano l'ingresso di Risolo, ecco che Feola lancia dentro Dezai. Il ko di Trofo non lo scoraggia, non rinuncia alla sua fase offensiva arretrando Catania. Una mossa quasi inaspettata che d ancora ragione al tecnico ex Savoia, che "guida" bene la sua Ferrari modello Akragas tutta carattere e umiltà.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Akragas-Sorrento, le pagelle: "chapeau" per Catania, Feola "guida" bene

AgrigentoNotizie è in caricamento