Lunedì, 17 Maggio 2021
Sport

Akragas: i sogni diventano realtà, il giovane Cappello e l'esordio con i "grandi"

Quando a guardarti è un certo Nicola Legrottaglie, forse le gambe tremano un pò. Quando a giudicarti è uno che ha passato una vita a difendere, allora puoi stringere i denti e sperare che tutto vada bene

Il giovane Alessandro Cappello

L'Akragas batte il Catanzaro due a zero e accede agli ottavi di Coppa italia. Il tecnico Nicola Legrottaglie ha scelto di far debuttare un giovane biancazzurro di Licata: Alessandro Cappello.

Quando a guardarti è un certo Nicola Legrottaglie, forse le gambe tremano un pò. Quando a giudicarti è uno che ha passato una vita a difendere, allora puoi stringere i denti e sperare che tutto vada bene. Le partitelle del giovedì sono fondamentali per l'allenatore biancazzurro, infatti, ancora un altro giovane alla corte della prima squadra.

Nella sfida di Coppa Italia Nicola Legrottaglie ha chiamato a sè Cappello. «Quando gli ho detto che sarebbe stato della partita quasi non ci credeva - ha detto Legrottaglie. La vita è così, soprattutto nel calcio ci sono treni che non si possono perdere. Lui? Era emozionato, ma ha fatto una buona partita. Mi ha impressionato in positivo».

Il numero tre dell'Akragas avrà guardato più di una volta Ciro Capuano, quasi a non credere che a mantenere alta la linea difensiva c'era chi in carriera ha fatto tanto. Nella tribuna vip dello stadio "Esseneto" gli applausi erano tutti per lui, mamma e famiglia al seguito hanno avuto occhi per lui, per il difensore che quasi certamente ricorderà questo esordio con i "grandi" dell'Akragas.   

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Akragas: i sogni diventano realtà, il giovane Cappello e l'esordio con i "grandi"

AgrigentoNotizie è in caricamento