menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
CALCIO, ECCELLENZA: Il Monreale è "audace", l'Akragas leziosa

CALCIO, ECCELLENZA: Il Monreale è "audace", l'Akragas leziosa

CALCIO, ECCELLENZA: Il Monreale è "audace", l'Akragas leziosa

I monrealesi battono gli akragantini per una rete a zero sul prato dello stadio Brucculeri di...

L'Akragas di mister Raffaele si è presentata oggi allo stadio Brucculeri di Favara come una bella signora a caccia del riscatto ma orfana di grinta. L'Audace Monreale, facendo il minimo sindacale, ha battuto la compagine biancazzurra e l'ha gettata nel baratro dello sconforto. Uno a zero il risultato finale.

Nei primi minuti, la "bella signora" si è fatta sotto con i suoi uomini akragantini che hanno provato di stizza a portare tre punti a casa. Leziosità e poca convinzione oggi sono stati la miglior compagnia del team biancazzurro. Raffaele ha schierato una formazione inedita, il "suo" 4-3-3 ha attori diversi: Tilaro ha affiancato il rientrante Semprevivo, mentre Mezzapelle e Capraro hanno agito sulle fasce, supportando Chicco D'Anna, Piazza, Ciscardi e Cipriano. In avanti Raffaele si è affidato al tandem capitanato da Bennardo, affiancato dal partenopeo Marasco.

L'Audace Monreale ha risposto con un galvanizzato capitan Cardinale, ottima la sua prestazione oggi, e il buon classe '92 Picone. La retroguardia monrealese è stata guidata da Di Giovanni, Rizzo e Alletto. La difesa di casa Audace oggi è apparsa quasi sempre guardinga sulle avanzate biancazzurre.

Il primo tempo è figlio di qualche occasione creata da Bennardo e D'Anna, i due hanno provato a sbloccare il risultato: prima con un tiro da fuori del capitano biancazzurro e in seguito con una buona verticalizzazione del numero 8 messinese che non ha trovato la giusta "spizzata" di testa.

Il primo tempo si è chiuso a reti bianche. Nel secondo tempo Raffaele ha provato a farsi sentire negli spogliatoi, ma nulla ha potuto per scuotere gli orgogli biancazzurri. Il gol che ha gettato l'Akragas nella crisi è stao opera del numero 10 Cardinale. Pasticcio della difesa akragantina, Cardinale tutto solo dal limite ha spiazzato l'estremo difensore Infantino: Akragas zero Monreale uno.

Al Bruccleri è accaduto ciò che non ti aspetti, l'Akragas si è "imbavaglia" nel gioco del tecnico riberese Scalia. Il team akragantino ha perso per contrattura Marasco, al suo posto è entrato il giovane Faia che ha provato dalla distanza ad agguantare il pareggio.

La partita è terminata con un tiro dalla distanza di D'Anna, al triplice fischio dell'arbitro rumorose le polemiche dei supporter biancazzurri, delusi dall'atteggiamento della loro squadra del cuore. In casa Monreale, è soddisfatto Scalia che a fine match ha abbracciato i suoi ragazzi.

Gli addetti ai lavori di casa Akragas sono delusi e arrabbiati per una partita che sulla carta, malgrado le assenze, doveva e poteva segnare il riscatto biancazzurro.

Foto di Calogero Montana Lampo


Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La provincia sempre più digitale, rilasciate 100 mila identità Spid

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento