menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Akragas, in avanti serve "un ariete": in settimana il "colpaccio"

Secondo indiscrezioni che giungono da quel di Catanzaro, il vice-presidente Angelo Vella avrebbe promesso rinforzi in attacco ai tifosi presenti allo stadio. In settimana dovrebbe arrivare il colpo tanto atteso

L'Akragas perde la sua prima uscita stagionale, ma esce dalla Coppa Italia tra gli applausi. Il Catanzaro è un team di LegaPro, che ha affrontato i biancazzurri mettendo in campo alcune riserve.

Sugli spalti sono stati in 3mila i tifosi che hanno applaudito gli uomini di mister Francesco Moriero. Per l'Akragas  sono partiti trenta supporter innamorati di questa maglia. Il risultato - malgrado l'eliminazione - non è stato penalizzante per l'Akragas: in città si temeva la goleada a discapito degli akragantini, ma ciò non è avvenuto. 

La squadra per sette undicesimi è quella dello scorso anno: Alessandro Bonaffini è ormai recuperato, Vindigni dietro dà sicurezza e il neo arrivato Vincenzo Pentimone ha sorpreso. Il reparto da riorganizzare è l'attacco: il ruolo ridisegnato a Daniele Arena non esalta le sue doti e il fratello Nicola in avanti è troppo solo.

Serve un centravanti di razza, un ariete d'area capace di portare con sé tre difensori. Secondo indiscrezioni, che giungono da quel di Catanzaro, il vice-presidente Angelo Vella avrebbe promesso rinforzi in attacco ai tifosi presenti allo stadio. In settimana dovrebbe arrivare il "colpaccio" tanto atteso.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento