menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

I "giganti" tornano allo stadio "Esseneto", Akragas "rieCCoti"

Sono passati tre giorni dall'urlo dell'Akragas per aver conquistato la LegaPro. I tifosi biancazzurri hanno ancora negli occhi le immagini della vittoria di Roccella Jonica. Un pareggio contro l'Hinterreggio dettato da un gol di Catania e da una gioia infinita

Sono passati tre giorni dall'urlo dell'Akragas per aver conquistato la LegaPro. I tifosi biancazzurri hanno ancora negli occhi le immagini della vittoria di Roccella Jonica. Un pareggio contro l'Hinterreggio dettato da un gol di Catania e da una gioia infinita. I giocatori sui social network hanno alternato complimenti e ricordi. Ciccio Vindigni si è detto "felice e orgoglioso".

Sì, proprio lui che di questa promozione ne è stato protagonista indiscusso: "Ancora non ci credo - scrive Vindigni - a quello che abbiamo realizzato. Ricordo tre anni fa, quando sono arrivato tra lo stupore generale in questa che adesso è anche mia città con l'obiettivo di andare subito in serie D. Quanta fatica, quanti 'campacci' abbiamo dovuto calcare. Terra, sabbia, erbaccia ecc. Ce l'abbiamo fatta e siamo andati in D. Poi, l'anno scorso siamo arrivati in finale play off, purtroppo tutti sanno com'è finita (Fondi). Insomma, la LegaPro era solo un miraggio; ma adesso, grazie a Dio e a tutti noi, e al lavoro che abbiamo fatto, è una fantastica realtà! L'abbiamo meritato tutti, rimanendo uniti: città e squadra. Alla fine abbiamo gioito insieme, io mi sento orgoglioso di essere entrato nella storia di questa città che adesso potrà risollevarsi e collocarsi nella categoria che merita".

Sui social ha anche parlato Antonio Lo Monaco. Il portiere dell'Akragas ha quasi difeso la porta biancazzurra per tutto il girone di ritorno. "Contro tante difficoltà siamo riusciti a raggiungere questo meritato traguardo. Grazie alla compattezza del nostro grande gruppo. Perché solo uniti si ottengono mete importanti! Sono felice di aver fatto parte di questa grande squadra che mi ha dato molto calcisticamente e soprattutto umanamente. Infine vorrei ringraziare mia madre, mio padre e mio fratello che mi supportano e mi danno la forza ogni giorno della mia vita. I sacrifici pagano sempre: LegaPro".

Soddisfatto della vittoria Andrea Risolo. Il centrocampista ex Lecce ha scritto: "Finalmente. La mia prima avventura non poteva finire meglio di così. Il nostro sogno é diventato realtá!! Un abbraccio a tutti da noi!! Forza Akragas. Lega pro".

Domenica l'Akragas tornerà allo stadio "Esseneto", dove dalle 15 incontrerà il Marcianise. Il "gigante" torna al "tempio", dove ad attenderlo ci saranno almeno quattromila tifosi. La prevendita è già partita, sarà giornata biancazzurra, la LegaPro va applaudita e festeggiata anche sotto il sole agrigentino.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La provincia sempre più digitale, rilasciate 100 mila identità Spid

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento