Variazione di bilancio, Catanzaro: "Ci siamo battuti per dei servizi essenziali"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

"Abbiamo lavorato con senso di responsabilità ad una manovra di variazioni di bilancio necessaria per fronteggiare una grave situazione di crisi, consentendo di sbloccare servizi essenziali per i cittadini e di pagare stipendi arretrati a tanti lavoratori”. Lo dice Michele Catanzaro a proposito del ddl di variazioni di bilancio approvato stasera all’Ars.

“Il PD si è battuto per la creazione di un fondo a favore di Comuni in dissesto, predissesto o con ritardi nel pagamento degli stipendi ai dipendenti,e per garantire sostegno economico per il trasporto degli studenti pendolari. Ci siamo opposti alla riduzione del fondo per i Comuni che hanno raggiunto il 65 percento di raccolta differenziata ed ai tagli scriteriati ai fondi antiracket e agli Istituti di assistenza e beneficenza.  Abbiamo lavorato per garantire sostegno al reddito delle categorie svantaggiate e per dare risposte ai lavoratori dell’Istituto Vite e Olio  garantendo anche lo svolgimento delle attività istituzionali. E’ inaccettabile-conclude Catanzaro -che il governo non abbia accolto la nostra richiesta di confermare i fondi per i diritti dei disabili, che non abbia dato attuazione alla norma per il reddito di inclusione per le fasce più deboli della popolazione, si sia opposto all’incremento delle risorse per i Consorzi di bonifica e che, nonostante i ripetuti e continui impegni del Presidente Musumeci, non  abbia  ancora presentato  legge di stabilità e bilancio di previsione 2019”.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento